Gioventù sospesa : approfondimento sul tema dei giovani che non conseguono la licenza di scuola media

Aniceto Moreira, Joana (2018) Gioventù sospesa : approfondimento sul tema dei giovani che non conseguono la licenza di scuola media. Bachelor thesis, Scuola Universitaria Professionale della Svizzera Italiana.

[img] Text
Aniceto_Moreira_Joana_Tesi.pdf - Published Version
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial.

Download (1MB)

Abstract

La tesi proposta di seguito aspira ad ampliare la conoscenza in merito al fenomeno dei ragazzi che non conseguono la licenza di scuola media: i cosiddetti “casi difficili”. Senza alcun diploma, ai giovani viene preclusa la possibilità di proseguire gli studi e gli stessi incontrano maggiori difficoltà nell’accesso al mondo del lavoro. L’interesse nei confronti della tematica è nato dall’incontro con persone risorsa durante l’esperienza lavorativa presso l’ufficio dell’operatore sociale di Locarno. Per poter dare seguito all’approfondimento del tema è stato necessario raccogliere informazioni in merito alle misure presenti attualmente nel sistema scolastico Ticinese atte a sostenere i giovani in difficoltà. Data la quantità esigua di materiale statistico e bibliografico specifico riguardante i giovani senza licenza, si è potuto far riferimento a statistiche inerenti al tema: alcuni dati emessi dall’ufficio dell’insegnamento medio, rapporti dell’assistenza sociale, il rapporto di attività dell’ufficio dell’operatore sociale di Locarno e del progetto “recupero della licenza di scuola media” gestito da ProJuventute. All’interno di tale lavoro di tesi si intende apportare una riflessione in merito al percorso scolastico dei giovani che non conseguono la licenza di scuola media, più precisamente, riguardante modus operandi e atteggiamenti dei professionisti che si prendono cura di essi. In tal senso, si sono raccolte le opinioni di sei figure professionali in merito alla tematica dei giovani non licenziati, attraverso delle interviste semi-strutturate. Tale strumento permette di esplorare il significato che i professionisti in questione attribuiscono al fenomeno dei giovani non licenziati; agli atteggiamenti ritenuti poco agevolanti rispetto alla riuscita del percorso scolastico dell’allievo; al grado di responsabilità - propria o di altri - in merito al tema proposto, alle strategie che gli operatori ritengono risolutive del fenomeno dei giovani in questione. La dissertazione è stata analizzata ed interpretata attraverso alcuni concetti teorici riguardanti la fase evolutiva della preadolescenza e le caratteristiche insite in essa, la differenziazione didattica, il concetto per il quale la scuola è un luogo di riproduzione delle differenze sociali approfondendo la teoria dell’effetto “Pigmalione”. Le riflessioni principali emerse all’interno del lavoro riguardano il concetto di flessibilità e la dicotomia esclusione/inclusione oltre al pensiero per cui “l’educatore modella l’educando” attraverso il proprio sguardo e all’importanza della cura della dimensione emotiva nei processi di insegnamento e apprendimento.

Item Type: Thesis (Bachelor)
Additional Information: Opzione: Assistente sociale
Uncontrolled Keywords: scuola media, licenza, NEET, effetto Pigmalione, preadolescenza educatore scolastico, ProJuventute, futuro, giovani, ufficio insegnamento medio, flessibilità, differenziazione curricolare, differenziazione didattica, disuguaglianze, la scuola che verrà, autoriflessione
Subjects: Scienze sociali
Divisions: Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale > Lavoro sociale
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/2292

Actions (login required)

View Item View Item