Partecipazione sociale : studio di caso per indagare come l’ergoterapista la possa favorire in una persona con una lesione spinale T2-T3.

Pirini, Eleonora (2018) Partecipazione sociale : studio di caso per indagare come l’ergoterapista la possa favorire in una persona con una lesione spinale T2-T3. Bachelor thesis, Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana (SUPSI).

[img] Text
Pirini Eleonora.pdf - Published Version
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial.

Download (1MB)

Abstract

Background: La partecipazione sociale è una delle aree occupazionali sulle quali interviene la figura professionale dell’ergoterapista. Il concetto di partecipazione sociale racchiude all’interno di sé la mobilità nella società e questa può essere facilitata, per coloro che ne hanno bisogno, grazie all’adattamento di un mezzo di trasporto. Le persone con una lesione spinale hanno identificato il fatto di non poter utilizzare un mezzo di trasporto come la seconda più incombente barriera dopo l’ambiente naturale e la più grande barriera per l’occupazione. L’attività di vita quotidiana del guidare un veicolo specificatamente adattato è stato associato significativamente con la reintegrazione comunitaria, nell’occupazione e in una maggiore qualità di vita in persone con una lesione spinale. Obiettivo: In questo Lavoro di Tesi si indaga se la partecipazione sociale sia uno dei bisogni di una persona con una lesione spinale T2-T3 e se il possedere un autoveicolo adattato la possa favorire. Nel contempo viene analizzato l’intervento ergoterapico da effettuare in modo da favorire la partecipazione sociale e la mobilità in questa casistica di persone. Per poter aumentare la partecipazione sociale bisogna intervenire anche sulla mobilità, intesa anche come mezzo di trasporto. Metodologia della ricerca: La metodologia usata è quella della ricerca quantitativa e più nello specifico è stato condotto un case report. Per la raccolta dati è stata condotta un’intervista semi-strutturata e la valutazione dei risultati dell’intervento è stata fatta attraverso un questionario sottoposto direttamente alla persona che si è prestata allo studio. In questo modo i dati sono stati raccolti in modo oggettivo e quantitativo. Lo studio di caso condotto risulta di supporto alle evidenze scientifiche riguardo il ruolo dell’ergoterapista nell’area della partecipazione sociale per una persona con lesione spinale. Risultati: Le evidenze scientifiche affermano che la partecipazione sociale e in particolare la mobilità siano il secondo bisogno più importante per una persone con lesione spinale. Viene dimostrato anche che l’adattamento di un autoveicolo è sinonimo di indipendenza e autonomia e di conseguenza di una maggiore qualità di vita. Queste affermazioni vengono confermate dallo studio di caso condotto su un uomo con una lesione spinale T2-T3 al quale è stato fatto un adattamento al proprio autoveicolo. Conclusioni: Dai dati ottenuti si evince che l’ergoterapista possa incrementare la partecipazione sociale e la mobilità di una persona con una lesione spinale T2-T3 attraverso l’adattamento, secondo le necessità della persona, di un autoveicolo. Sarebbe interessante e pertinente se la figura dell’ergoterapista venisse inserita in maniera stabile nei team che si occupano di fare adattamenti ai vari veicoli poiché darebbe un valore aggiunto dato dal ragionamento clinico. Inoltre è necessario che si conducano ulteriori studi a riguardo per permettere questo tipo di intervento più frequentemente, con una qualità sempre maggiore e per poterlo allargare ad altre casistiche.

Item Type: Thesis (Bachelor)
Uncontrolled Keywords: Lesione spinale, partecipazione sociale
Subjects: Sanità
Divisions: Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale > Ergoterapia
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/2215

Actions (login required)

View Item View Item