Un nuovo approccio della Clownterapia nei reparti pediatrici: l’accompagnamento chirurgico : revisione della letteratura

Pinto da Silva, Katia (2018) Un nuovo approccio della Clownterapia nei reparti pediatrici: l’accompagnamento chirurgico : revisione della letteratura. Bachelor thesis, Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana (SUPSI).

[img] Text
Pinto da Silva Katia.pdf - Published Version
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial.

Download (1MB)

Abstract

Background L’intervento chirurgico rappresenta per il bambino un’esperienza minacciosa e piena di ostacoli da superare, questo fa sì che l’ansia faccia da padrona in questi delicati momenti. Gli infermieri che lavorano in questi contesti devono essere più consapevoli rispetto ai rischi che si corrono, in modo tale da poter lavorare affinché non sorgano ulteriori problemi. Lo scopo è quello di rendere questa esperienza il meno drammatica e difficile possibile. Fino a qualche anno fa l’intervento utilizzato in queste occasioni era la somministrazione di farmaci sedativi ed ansiolitici come il Midazolam, ad oggi invece si sono ampliati gli orizzonti e si utilizzano anche approcci di tipo non farmacologico. Da un po’ di tempo, infatti, si sta sperimentando negli ospedali di Zurigo e Losanna un nuovo approccio della Clownterapia ovvero l’accompagnamento chirurgico. Scopo L’obiettivo di questo lavoro di Bachelor è identificare se grazie all’utilizzo della Clownterapia vi sono o meno dei reali benefici sia nel pre-operatorio che nel post-operatorio. Si voleva anche verificare se questo strumento fosse in grado di ridurre la probabilità di insorgenza di complicazioni post-operatorie. Per finire si voleva identificare le variabili necessarie per applicare questo tipo di intervento e riflettere sul sull’impatto che ha sulla professione. Metodo Per questo lavoro di tesi come metodologia è stata utilizzata la revisione della letteratura. Per la ricerca del necessario sono state effettuate delle ricerche sistematiche nelle seguenti banche dati: Ovid, Elsevier, Chochrane e Wiley Online Library. Alla fine, dopo aver eseguito una valutazione critica degli studi selezionati, è stato possibile utilizzare otto articoli che sono stati considerati validi e di qualità. Risultati In sette su otto degli articoli selezionati emerge che la Clownterapia risulta essere uno strumento efficace per la riduzione dell’ansia pre-operatoria nel paziente pediatrico prima di un intervento chirurgico. Inoltre, in quasi tutti gli articoli si riscontrano dei risultati anche per quanto riguarda la limitazione delle complicazioni post-operatorie, come il dolore, l’insonnia, l’irrequietezza e altri comportamenti disadattativi. Conclusioni Questa ricerca evidenzia un’effettiva efficienza della Clownterapia come strumento di accompagnamento chirurgico. Ritengo sia però fondamentale capire effettivamente come il bambino percepisce questo strumento. Inoltre, penso sia importante capire se l’infermiere riconosce l’utilità di questo tipo di approccio nella routine ospedaliera.

Item Type: Thesis (Bachelor)
Uncontrolled Keywords: Clownterapia, pediatria
Subjects: Sanità
Divisions: Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale > Cure infermieristiche
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/2214

Actions (login required)

View Item View Item