Il benessere dei minori rifugiati non accompagnati : l’impatto della terapia cognitivo-comportamentale focalizzata sul trauma (TF-CBT)sulla sintomatologia post traumatica

Lehman, Chiara (2018) Il benessere dei minori rifugiati non accompagnati : l’impatto della terapia cognitivo-comportamentale focalizzata sul trauma (TF-CBT)sulla sintomatologia post traumatica. Bachelor thesis, Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana (SUPSI).

[img] Text
Lehman Chiara.pdf - Published Version
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial.

Download (1MB)

Abstract

Background La realtà globale è sempre più interconnessa e multiculturale. La popolazione mobile, migrante e rifugiata aumenta ogni anno di più e con essa anche i bambini rifugiati non accompagnati, che rappresentano una popolazione a rischio di sviluppare disturbi mentali. La diagnosi maggiormente conclamata è quella di disturbo post traumatico da stress (PTSD) e la sintomatologia più frequente è rappresentata dai sintomi post traumatici da stress (PTSS) e da quelli depressivi. In questo contesto, si sottolinea l’importanza di intervenire precocemente a livello psicologico per accertare la presenza di malattie, prevenire la loro insorgenza o la loro cronicizzazione e ridurre i sintomi post traumatici da stress. Una delle terapie ad effetto positivo sulla riduzione dei PTSS con rilevanza scientifica è la terapia cognitivo-comportamentale focalizzata sul trauma (TF-CBT). Scopo Lo scopo principale della seguente revisione è quello di comprendere se la TF-CBT sia efficace nel trattamento e nella remissione dei sintomi post stress del bambino rifugiato non accompagnato. Metodo La metodologia utilizzata è la revisione della letteratura. Le ricerche della letteratura sono state effettuate principalmente in Pubmed. In seguito ci si è focalizzati su ScienceDirect e SpringerLink. Tramite queste banche dati si hanno individuato e selezionati i seguenti giornali: Journal of Traumatic Stress, European Child and Adolescent Psychiatry, European Journal of Psychotraumatology e il BioMed Central Psychiatry. Da questo processo sono stati scelti 4 articoli, dei quali la validità è stata accertata con una specifica scala. Risultati Negli articoli selezionati la terapia è risultata efficace, ma con alcune variabili. In alcuni casi la sintomatologia è regredita. In altri, i sintomi di alcuni partecipanti sono regrediti, mentre quelli di altri sono aumentati o rimasti invariati. In due studi su quattro i principi base della TF-CBT sono stati applicati con altri principi terapeutici, dando origine a nuovi trattamenti psicologici (My Way e Teaching Recovery Thecniques). I risultati positivi così ottenuti non sono riconducibili totalmente alla TF-CBT. Tuttavia, a livello generale, si è ottenuto una riduzione clinicamente significativa della sintomatologia post traumatica da stress. Conclusioni La TF-CBT è una terapia ad efficacia positiva sulla riduzione della sintomatologia post traumatica dei bambini rifugiati non accompagnati. Tuttavia, ci sono diverse limitazioni che dovrebbero essere affrontate e delle ricerche future da effettuare per rendere il risultato generalizzabile e scientificamente più sostenibile.

Item Type: Thesis (Bachelor)
Uncontrolled Keywords: Minori rifugiati non accompagnati, terapia cognitivo comportamentale, trauma
Subjects: Sanità
Divisions: Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale > Cure infermieristiche
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/2211

Actions (login required)

View Item View Item