I vissuti e le emozioni dei pazienti portatori di tracheostomia e l'uso di stategie alternative alla comunicazione verbale da parte dei curanti : una revisione della letteratura

Bernasconi, Alessia (2018) I vissuti e le emozioni dei pazienti portatori di tracheostomia e l'uso di stategie alternative alla comunicazione verbale da parte dei curanti : una revisione della letteratura. Bachelor thesis, Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana (SUPSI).

[img] Text
Bernasconi Alessia.pdf - Published Version
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial.

Download (960kB)

Abstract

Background Dal momento che la persona subisce un intervento di tracheostomia/tomia attraversa un lungo processo di cambiamento, colmo di sentimenti negativi. La fonazione è ostacolata dalla presenza della cannula tracheostomica e dalla cuffia gonfia, la persona è quindi costretta a comunicare in modi differenti. Scopo e obiettivi L'obiettivo di questa revisione di letteratura è quello di illustrare gli studi che espongono il vissuto esperienziale della persona tracheostomizzata e/o tracheotomizzata e il suo percorso verso la realizzazione, attraverso l’aiuto dell’infermiere e il supporto della rete famigliare, di una strategia comunicativa alternativa non verbale. Metodologia della ricerca Per l’elaborazione di questo lavoro di tesi di Bachelor ho deciso di attuare una revisione di letteratura, con la raccolta sistematica e l’analisi di 8 articoli scientifici e 1 linea guida. Le banche dati utilizzate per attuare questo lavoro sono state le seguenti: PubMed, Medline, CINAHL, SAGE, Google scholar e integrazioni di altre fonti quali siti web, libri, linee guida. Risultati Dagli articoli esaminati compare come la cattiva informazione e l’assenza di comunicazione con il paziente tracheostomizzato/tracheotomizzato favorisca il manifestarsi di emozioni negative come la frustrazione, paura, rabbia, tristezza e deumanizzazione con il rischio di isolamento sociale. Conclusioni La comunicazione è un bisogno fisiologico che sta alla base di qualsiasi relazione. L'infermiere deve capire quali sono le strategie alternative di comunicazione verbale o non verbale più idonee per la singola persona, dopo aver compreso il suo vissuto esperienziale, le sue strategie di “coping” ed il suo percorso verso il raggiungimento di uno strumento che possa rendere nuovamente il paziente tracheostomizzato in relazione con il mondo circostante.

Item Type: Thesis (Bachelor)
Uncontrolled Keywords: Tracheostomia, comunicazione
Subjects: Sanità
Divisions: Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale > Cure infermieristiche
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/2199

Actions (login required)

View Item View Item