L’orientamento inclusivo tra ideale e reale

Larghi, Matteo (2018) L’orientamento inclusivo tra ideale e reale. Bachelor thesis, Scuola Universitaria Professionale della Svizzera Italiana.

[img] Text
Matteo Larghi - Tesi Bachelor - Inclusione.pdf - Published Version
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial.

Download (1MB)

Abstract

La tematica della tesi di bachelor è una riflessione attorno al concetto di inclusione come orientamento che permette una piena accettazione e valorizzazione delle diversità, più precisamente delle persone con disabilità, attraverso un percorso che permetta di capire quanto e come questo orientamento sia presente. Lo scopo del lavoro è proprio quello di riflettere su come questo stesso orientamento vada a svilupparsi come pensiero all’interno della persona e di come poi produca approcci educativi e predisposizioni dei servizi e delle istituzioni. Gli interrogativi che guideranno l’intero lavoro e che costituiscono la base principale sono: Fino a quanto e fino a dove si estende la responsabilità dell’operatore sociale di promuovere e incentivare dei processi inclusivi nella relazione educativa? È eticamente giusto forzare o insistere in tali processi anche quando si notano dei possibili limiti, derivanti dalle disabilità della persona che quest’ultima si porta appresso? In che modo i servizi e il territorio possono facilitare od ostacolare tali processi nonché i limiti, ma anche le risorse, della persona? Quanto è vicino un’ideale inclusivo e quanto invece la realtà? I concetti teorici presenti nel lavoro svolto sono quelli relativi agli elementi che permettono ad un servizio di auto-analizzarsi rispetto al proprio orientamento inclusivo, agli aspetti che ancora oggi caratterizzano i dibattiti attorno agli approcci educativi, agli elementi legislativi che stanno alla base anche dei manuali di qualità presenti nelle strutture e agli approcci di comunità. Altri concetti fondamentali saranno la responsabilità educativa, le classificazioni e i concetti di disabilità, le caratteristiche dei servizi sul territorio, la complessità e i rischi di un inserimento lavorativo e l’etica. L’obiettivo principale è quello di capire la complessità di un orientamento inclusivo e di come questo sia composto da molti aspetti che vanno da elementi più legati alla relazione educativa, fino ad arrivare alle scelte intraprese dalla società entro la quale viviamo. Il contesto di appartenenza è rappresentato dalle realtà presenti sul nostro territorio, più in particolare dei laboratori della Fondazione Diamante. Il lavoro è stato realizzato, ed è costituito da una parte riflessiva più di carattere personale, una parte più teorica ed infine una esperienziale. Tutte le parti in questione sono state inserite avendo come obiettivo principale quello di creare un certo continuum tra le parti stesse. Quanto emerso ha permesso di capire quanto realmente l’inclusione sia presente, non solo nel territorio, ma anche nelle pratiche educative. Al tempo stesso è emersa una emblematica e suggestiva insicurezza nei confronti di una società che ancora non sembra fare abbastanza in termini di orientamento inclusivo e di una sempre maggior valorizzazione delle diversità.

Item Type: Thesis (Bachelor)
Additional Information: Opzione: Educatore sociale - Luogo di stage: Laboratorio Al Ronchetto, Fondazione Diamante, Pazzallo
Uncontrolled Keywords: inclusione, diversità, disabilità, servizi, territorio, persona, ideale, reale, approcci educativi
Subjects: Scienze sociali
Divisions: Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale > Lavoro sociale
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/2002

Actions (login required)

View Item View Item