Bike sharing a Lugano

Barone, Antonella (2013) Bike sharing a Lugano. Bachelor thesis, Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana.

[img] Text (Abstract)
Barone.pdf - Presentation
Restricted to Repository staff only
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial No Derivatives.

Download (117kB) | Request a copy

Abstract

Nel luglio del 2010 la città di Lugano ha introdotto il sistema Velopass, ovvero un sistema, offerto dalla città, tramite il quale il fruitore poteva liberamente usufruire di alcune biciclette messe a disposizione dalla città di Lugano per spostarsi liberamente all’interno del contesto urbano. Oggi sono passati ormai tre anni e il sistema Velopass a Lugano ha sposato, o come hanno definito loro nell’operazione di marketing, si è fidanzato, con il sistema PubliBike. Il sistema PubliBike è un sistema nazionale svizzero, nato da un’iniziativa di PostAuto (autopostali svizzere), Ferrovie Federali Svizzere (in breve FFS) e Rent a Bike, aziende che esercitano a livello nazionale. Nel 2010, secondo Pro Velo Svizzera, al primo posto delle città a misura di ciclista c’era Winterthur e in lista non appariva neanche una città del Canton Ticino. Per questo motivo il Cantone Ticino ha scelto di reagire a questi risultati non soddisfacenti e ha stanziato dei fondi per il miglioramento delle condizioni del ciclista in Ticino. Dal 2010 a oggi a Lugano le cose sono cambiate, ma la domanda che ci dobbiamo porre è la seguente: sono cambiate in modo giusto? Sono state prese le giuste decisioni? Questo è anche ciò che mi sono chiesta io e ho quindi deciso di seguire da più vicino il caso, ristringendo il campo intorno al servizio PubliBike nella città di Lugano. Il servizio PubliBike si è fatto conoscere al pubblico grazie a degli articoli di giornale, apparsi sulla stampa locale e a due eventi, il primo nell’estate del 2010 e uno più recente il 21 giugno 2013. La comunicazione tra prodotto, o meglio servizio, e il proprio target si ferma qui. La mia ricerca si basa sulla metodologia tramite la quale sta agendo la città di Lugano per cercare di entrare finalmente a far parte e diventare una città ciclabile della Svizzera. Quindi la domanda di tesi è la seguente: "In che modo è possibile cercare di migliorare la mobilità in bicicletta nella città di Lugano, sia su un lato urbanistico, sia spingendo la gente a spostarsi in bicicletta per i percorsi brevi?". La rispettiva ipotesi è: "Migliorando la comunicazione di PubliBike a Lugano e la comunicazione tra Municipio e abitanti si possono spingere i cittadini a utilizzare maggiormente la bicicletta per percorrere i tragitti brevi (facendo diminuire il traffico automobilistico)". Durante il mio percorso di tesi ho incontrato il Coordinatore del servizio PubliBike per la città di Lugano, ovvero Fabio Schnellmann ed il Capo Dicastero Pianificazione Ambiente e Mobilità Angelo Jelmini e mi sono confrontata con loro per capire al meglio in che modo sta reagendo il municipio. In base ai loro input e all'analisi dei casi studio europei e svizzeri ho cercato di creare una valida proposta alternativa alla comunicazione già esistente. Così nasce il mio progetto che prende tre diramazioni differenti: “PubliBike comunica”, "Protezione” e “Falla giarare!". Un punto importante è capire bene a chi si comunica e cosa si vuole comunicare. È importante anche capire che la Svizzera è uno stato piccolo, ma che allo stesso tempo contiene molti gruppi culturali e linguistici differenti. PubliBike quindi non potrà comunicare a Friburgo come comunica a Losanna o appunto a Lugano. Ci sono troppe differenze anche tra ciclista e automobilista. Imparando da Arte Urbana Lugano ho preso spunto per capire che si deve andare a mirare in determinati punti, dove l’utente getta lo sguardo. L’automobilista ha il limite del parabrezza, invece il ciclista ha solo il limite del cielo.

Item Type: Thesis (Bachelor)
Supervisors: Bianda, Alberto
Subjects: Design
Divisions: Dipartimento ambiente costruzioni e design > Comunicazione visiva
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/1950

Actions (login required)

View Item View Item