Lavoro sociale spirituale : riflessioni in sette domande e cinque elementi

Luraschi, Aronne (2017) Lavoro sociale spirituale : riflessioni in sette domande e cinque elementi. Bachelor thesis, Scuola Universitaria Professionale della Svizzera Italiana.

[img] Text
Luraschi_Aronne.pdf - Published Version
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial.

Download (12MB)

Abstract

Sempre più studi ed autori sono concordi nell’affermare che le riflessioni circa la dimensione della spiritualità hanno un’importanza ed un peso via via maggiori nella prospettiva di una migliore e più accurata presa a carico della persona in una sua visione olistica. Riflessioni, all’attuale stato dell’arte, più estese e maggiormente discusse in un’ottica sanitaria che non in una più prettamente educativa, nella quale la spiritualità solitamente si ritaglia uno spazio quasi esclusivamente nei discorsi relativi all’etica ed alla deontologia. Sulla base di queste considerazioni, si è ritenuto giustificato l’interessarsi alla questione spirituale con il taglio e lo sguardo propri dell’operatore sociale: lo scopo che questo lavoro si prefigge è dunque quello di ricercare, elaborare ed offrire alcuni elementi costituitivi della spiritualità – mutuati dalla letteratura – coi quali indagare empiricamente attraverso delle interviste per verificare ed analizzare quale sia la percezione della detta da parte dei sopraccitati operatori sociali, attraverso cui proporre delle riflessioni utili all’operato educativo. In primo luogo si partirà, come appena detto, dalla ricerca di quanto la letteratura abbia da offrire circa l’argomento in esame. Verranno offerte definizioni e precisazioni circa le similitudini e le differenze con tematiche affini – una per tutte, la religione – e verrà chiarito cosa intendersi ai fini di questo lavoro per “percezione”. In secondo luogo si proseguirà ad una elaborazione di cinque elementi costitutivi del vettore umano della spiritualità – l'attribuzione di SENSO/SIGNIFICATO; le questioni sulla VITA e sulla MORTE; la questione del MALE; il rapporto vigente tra l'individuo e L’IMMANENTE ed il rapporto vigente tra l'individuo e IL NON-IMMANENTE o IL TRASCENDENTE – attraverso i quali si costituiranno le sette domande che verranno sottoposte agli operatori sociali di un Laboratorio protetto della fondazione La Fonte. Si procederà quindi con l’analisi delle summenzionate interviste, confrontando le risposte date alle varie questioni somministrate, illustrando quanto da esse emerso anche attraverso rappresentazioni grafiche ottenute partendo dalle parole chiave utilizzate nella creazione e nella realizzazione delle dette interviste. In conclusione di questo lavoro si vorrà sottolineare – soprattutto in rapporto alla domanda di tesi formulata – come la percezione della spiritualità sia indubbiamente presente negli operatori intervistati e come in tutti i colloqui avuti sia trasparsa la presa di conoscenza dei vari elementi costitutivi supra identificati e proposti. Verrà illustrata la capitale importanza tributata alle dette riflessioni tanto nel rapporto con gli altri quanto con sé stessi, nonché una sorta “disagio” nell'esporre a livello gruppale le stesse, nonché la necessità di distaccare e considerare distinte/differenti le riflessioni spirituali dalla sola concezione religiosa e/o dalla sua espressione pratica. Infine, verranno illustrati gli interrogativi ai quali occorre ancora dare risposta e gli apporti che questa tesi ha da offrire al lavoro dell’operatore sociale.

Item Type: Thesis (Bachelor)
Additional Information: Opzione: Educatore sociale - Luogo di stage: Fondazione La Fonte - Fonte 2, Agno
Uncontrolled Keywords: alterità, cura, domande di Senso, elementi, immanente, irreligiosità, male, morte, occasioni, percezione, perché, religione, sofferenza, spiritualità, trascendente, vita
Subjects: Scienze sociali
Divisions: Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale > Lavoro sociale
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/1883

Actions (login required)

View Item View Item