L’incontinenza urinaria nell’anziano istituzionalizzato: la presa in carico infermieristica : revisione della letteratura

Mato Saavedra, Sheila (2017) L’incontinenza urinaria nell’anziano istituzionalizzato: la presa in carico infermieristica : revisione della letteratura. Bachelor thesis, Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana (SUPSI).

[img] Text
Mato Saavedra Sheila.pdf - Published Version
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial.

Download (1MB)

Abstract

Background L’incontinenza urinaria (IU) è una delle problematiche maggiormente presenti nelle case di cura, più del 75% dei residenti soffrono di questa condizione. La sua prevalenza e severità aumenta con l’età e le comorbidità. I sintomi dell’IU hanno ripercussioni a livello fisico, psicologico, sociale ed economico. Nonostante l’incontinenza costituisca una problematica di grande attualità ed importanza nell’ambito sanitario, rimane tuttora un tema largamente trascurato. In relazione all’invecchiamento della popolazione, risulta quindi fondamentale trovare risposte soddisfacenti sia in termini di efficacia, sia di rapporto costo/beneficio per garantire l’opportunità di un’efficace gestione dell’IU. Obiettivo Lo scopo del lavoro è quello di individuare gli interventi infermieristici a prova di efficacia messi in atto per gestire l’IU negli anziani istituzionalizzati, nello specifico con una problematica di continenza dipendente, volti a preservare una qualità di vita soddisfacente. Metodologia La metodologia intrapresa per trattare questa tematica è stata la redazione di una revisione narrativa della letteratura, costituita dalle seguenti tappe metodologiche: formulazione del quesito di ricerca, criteri d’inclusione e d’esclusione, ricerca degli articoli utili alla revisione e descrizione di questi ultimi, valutazione degli articoli e infine la discussione dei risultati. Risultati Dai dieci articoli revisionati è emerso che l’IU influisce negativamente sulla qualità di vita, in particolare nei domini rivolti alla dignità, all’autonomia e al tono dell’umore. Al momento, i dispositivi assorbenti rimangono il metodo di gestione più comunemente utilizzato. Altri interventi comportamentali utilizzati sono lo svuotamento guidato, gli interventi sullo stile di vita, l’attività fisica e gli esercizi dei muscoli del pavimento pelvico. I risultati suggeriscono che, i programmi evacuativi in combinazione con l’esercizio fisico sono efficaci nel ridurre gli episodi di IU e migliorare la qualità di vita negli anziani incontinenti. Conclusioni Le attuali conoscenze sulla gestione dell’IU da parte del personale infermieristico risultano insufficienti. Le ripercussioni legate all’IU possono essere evitate, o perlomeno limitate, grazie a una presa a carico individualizzata e interprofessionale dell’anziano incontinente. Quale infermiere, prendersi cura di un anziano incontinente significa riuscire a gestire non solo aspetti fisici, ma anche psicologici, sociali e spirituali, in modo da garantire un’assistenza olistica della persona.

Item Type: Thesis (Bachelor)
Uncontrolled Keywords: incontinenza urinaria, case anziani, geriatria
Subjects: Sanità
Divisions: Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale > Cure infermieristiche
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/1819

Actions (login required)

View Item View Item