Il ruolo infermieristico nella gestione del dolore post-operatorio : revisione della letteratura

Bianchi, Ilaria (2017) Il ruolo infermieristico nella gestione del dolore post-operatorio : revisione della letteratura. Bachelor thesis, Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana (SUPSI).

[img] Text
Bianchi Ilaria.pdf - Published Version
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial.

Download (708kB)

Abstract

Background Il dolore è considerato ormai il quinto parametro vitale, e come tale merita di essere rilevato e valutato adeguatamente e costantemente. E’ noto infatti che un assessment del dolore post-operatorio valido e di qualità, seguito da una pianificazione corretta e individualizzata degli interventi da mettere in atto, conduca a un’importante riduzione della morbilità perioperatoria descritta riferendosi all’incidenza di numero di giornate di degenza, ai costi sociosanitari prodotti e alle complicanze maggiori e minori che possono insorgere dopo un intervento. Nel processo di gestione di tale dolore l’infermiere acquisisce un ruolo centrale, in quanto si fa carico della rilevazione del dolore, della sua valutazione, della sua evoluzione, della sua documentazione e quindi della successiva attuazione di interventi farmacologici e non condivisi all’interno dell’équipe. Obiettivi L’obiettivo del lavoro è di giungere a una buona gestione del dolore post-operatorio, risultato che è possibile ottenere solo se alla base sono presenti conoscenze teoriche riguardo a come il dolore agisce sul nostro organismo e riguardo alle azioni che svolgono i rispettivi analgesici per alleviare tale sofferenza. Inoltre l’elaborato mira a rendere consapevoli dei ruoli assunti dall’infermiere all’interno di un reparto e a come debbano essere ricoperti per offrire un’assistenza di qualità volta a garantire il benessere del paziente e a far sì che la persona in cura, attraverso le informazioni date, possa acquisire e sviluppare conoscenze riguardo al suo problema e facendosi parte attiva del processo di guarigione, consolidi delle strategie per far fronte al problema. Metodologia della ricerca Per lo sviluppo del seguente lavoro di tesi ho deciso di utilizzare una revisione sistematica della letteratura. È un’analisi obiettiva delle evidenze scientifiche riguardanti un dato argomento con la finalità di aggiornare il lettore e di creare spunti per future ricerche. Sono stati utilizzati gli articoli che sono stati ritenuti maggiormente validi e inerenti all’argomento trattato e che potessero portare un valore aggiunto alla pratica infermieristica. Per la valutazione critica degli articoli selezionati utilizzerò la semplificazione della checklist di Duffy (2001). Questa checklist si compone di 52 asserzioni raggruppate in 8 categorie principali. Ogni affermazione otterrà un punteggio che varia da 1 (non osservato) a 6 (osservato). Per facilitare il lavoro ho deciso di semplificare la checklist nel seguente modo. Innanzitutto il punteggio assegnato varierà da 0, non osservato, 0.5, parzialmente osservato e 1 osservato completamente. Risultati La combinazione di faramci analgesici risulta essere maggiormente efficace quando il principio attivo di un medicamento utilizzato agisce in maniera differente o su un sito di azione diverso rispetto ad un’altro medicamento somministrato contemporaneamente. Oppure i farmaci somministrati simultaneamente devono agire in modo sinergico potenziando quindi l’effetto desiderato, e non andando ad inibirsi reciprocamente o a creare una minor risposta all’interno dell’organismo. Contrariamente somministrare analgesici ad azione rapida con analgesici ad azione lunga risulta aumentare la durata della terapia antalgica in termini di giorni e non conduce a una diminuzione immediata del dolore post-operatorio. Conclusioni Esisitono molte combinazioni di farmaci analgesici per il trattamento del dolore post-operatorio che sono comunemente prescritte. Non sono presenti dei modelli di terapia antalgica che risultano essere migliori di altri in assoluto, ma l’efficacia dipende da aspetti multifattoriali propri del paziente, della sua anamnesi personale e diagnostica (patolgie attuali e pregresse) e della tipologia di intervento subito. Ciò che risulta chiaro è che per una buona gestione del dolore è fondamentale il ruolo dell’infermiere nella rilevazione, valutazione e trasmissione dei dati raccolti, in quanto solo così è possibile verificare se gli obiettivi fissati con il paziente e condivisi con l’équipe siano stati raggiunti atttraverso gli interventi farmacologici e non messi in atto.

Item Type: Thesis (Bachelor)
Uncontrolled Keywords: dolore post-operatorio, analgesia, terapia farmacologica
Subjects: Sanità
Divisions: Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale > Cure infermieristiche
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/1802

Actions (login required)

View Item View Item