L’importanza della cura delle proprie emozioni nel lavoro educativo

Lombardo, Daniela (2017) L’importanza della cura delle proprie emozioni nel lavoro educativo. Bachelor thesis, Scuola Universitaria Professionale della Svizzera Italiana.

[img] Text
Lombardo_Daniela.pdf - Published Version
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial.

Download (1MB)

Abstract

Questo lavoro di tesi si propone di delineare quale possa essere l’importanza per l’operatore di prendersi cura delle emozioni che nascono nella relazione educativa, più precisamente di come l’operatore può prendersene cura. Il primo aspetto che ho trattato è il concetto di relazione educativa, il secondo è quello di pratica riflessiva, il terzo è quello di dimensione emozionale, il quarto è il concetto di distanza relazionale andando ad indagarlo attraverso l’antinomia distanza-vicinanza, mentre l’ultimo è il sostegno professionale. Il contesto in cui questa ricerca prende vita è quello del Foyer Camminata che fa parte della Fondazione Diamante. Le persone che il Foyer accoglie soffrono di disagi psichici. Ciò che emerge alla fine del lavoro è l’importanza delle emozioni nelle relazioni, più precisamente l’importanza di prendersene cura. Fondamentale è il supporto dell’équipe che al Foyer Camminata funge da vera e propria risorsa. Per lavorare in questo campo, è importante dare valore e rispettare le emozioni nelle relazioni. Ascoltarsi reciprocamente, ma anche prestare attenzione alle più profonde emozioni che risuonano in se stessi. Ascoltarsi e capirsi è un valido rimedio per non soffocare nel proprio disordine. Una volta ascoltate le proprie emozioni, è importante anche legittimarle e dare loro un senso per renderle funzionali al lavoro educativo. Vorrei che questo lavoro potesse essere un invito a non temere di mostrare emozioni di vergogna, di inadeguatezza, di paura, di preoccupazione e di rabbia, per raggiungere autenticità, consapevolezza, rispetto reciproco e benessere interiore. Per non cadere vittima della propria dimensione emozionale, è indispensabile prestare attenzione ai segnali che possono guidare nel prendersi cura delle proprie emozioni e condividere con altri ciò che si prova. Questo richiede l’audacia individuale da una parte, l’auto-osservazione, la fiducia negli altri dall'altra e la forza della condivisione: perciò prediamoci cura di noi e dell'équipe con impegno. Solo superando la vergogna e cercando di capire le emozioni che ci fanno sentire inadeguati (come il senso di colpa, la paura, la rabbia, …) possiamo crescere.

Item Type: Thesis (Bachelor)
Additional Information: Opzione: Educatore sociale - Luogo di stage: Fondazione Diamante, Incontro 1
Uncontrolled Keywords: relazione educativa, emozioni, cura, affettività, auto-osservazione, pratica riflessiva, distanza relazionale, équipe
Subjects: Scienze sociali
Divisions: Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale > Lavoro sociale
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/1789

Actions (login required)

View Item View Item