L'allenamento aerobico e i processi d'apprendimento nella riabilitazione post-ictus

Bianchi, Massimo (2016) L'allenamento aerobico e i processi d'apprendimento nella riabilitazione post-ictus. Bachelor thesis, Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana (SUPSI).

[img] Text
Bianchi Massimo.pdf - Published Version
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial.

Download (1MB)

Abstract

BACKGROUND- l’ambito di interesse di questo lavoro è quello della neuroriabilitazione; nel particolare la riabilitazione post-ictus. L’ictus costituisce la principale causa di invalidità nella società contemporanea. Tra le proposte riabilitative emerge come l’allenamento aerobico costituisce una pratica sempre più diffusa. Di questa pratica ne sono stati dimostrati gli effetti positivi su aspetti funzionali ma studi recenti hanno riportato possibili effetti positivi anche sui processi cognitivi, in particolare sulla plasticità neurale correlata e sulle possibilità di apprendimento. OBIETTIVI- l’allenamento aerobico costituisce una forma di trattamento sempre più studiata negli ultimi anni nella riabilitazione post-ictus. L’intento di questo studio è quello di indagare le possibili influenze dell’allenamento aerobico sulle funzioni cognitive, e nel dettaglio sui processi d’apprendimento. METODI- si è scelto di condurre una revisione della letteratura per comprendere le attuali conoscenze riguardo l’efficacia dell’allenamento aerobico sui processi d’apprendimento in seguito ad ictus. I principali database nei quali sono stati ricercati gli articoli sono PUBmed e PEDro. Gli studi sono stati ricercati partendo dalla stringa di ricerca “Exercise AND cognition AND stroke”. La selezione successiva è avvenuta tramite la pertinenza rispetto alla domanda di ricerca, la disponibilità della versione integrale della pubblicazione, l’anno di divulgazione e la lingua del testo. RISULTATI- gli articoli selezionati sono stati in totale 10: 7 revisioni, 2 studi pilota e uno studio di controllo randomizzato. Gli studi differenziavano per tipo di allenamento aerobico analizzato e durata dell’intervento stesso. Di questi, 5 articoli hanno riportato correlazioni positive tra l’allenamento aerobico e il recupero neurocognitivo, in particolare 4 hanno sottolineato come le funzioni esecutive e la memoria siano gli aspetti maggiormente influenzabili. 6 hanno sottolineato come la neuroplasticità e l’apprendimento ricevano effetti positivi da questo esercizio, mentre 3 articoli hanno riportato come per essere efficace l’allenamento aerobico deve essere associato ad altri trattamenti (esercizi cognitivi, interventi farmacologici) CONCLUSIONI- l’allenamento aerobico è una pratica che può essere utilizzata per diversi motivi nella riabilitazione post-ictus. L’esercizio sarebbe in grado di creare un ambiente neurobiologico favorevole e predisposto ad accettare i cambiamenti e gli adattamenti indotti dall’apprendimento. Questo soprattutto attraverso l’aumento della neuroplasticità e della produzione di BDNF. Gli aspetti cognitivi maggiormente beneficiati dall’allenamento sembrerebbero la memoria e le funzioni esecutive. Maggiori studi servirebbero per approfondire questo legame. Per ottimizzare questi processi l’aerobico deve essere combinato a esercizi cognitivi. Maggiori studi devono essere condotti per comprendere l’intensità e la forma di allenamento aerobico più efficace.

Item Type: Thesis (Bachelor)
Uncontrolled Keywords: exercise, cognition, stroke.
Subjects: Sanità
Divisions: Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale > Fisioterapia
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/845

Actions (login required)

View Item View Item