Efficacia del Tai Chi come intervento ergoterapico nel migliorare l’equilibrio e, di conseguenza, la capacità di agire e la qualità di vita della persona anziana a rischio caduta che risiede a domicilio : una revisione della letteratura

Albertoni, Simone (2016) Efficacia del Tai Chi come intervento ergoterapico nel migliorare l’equilibrio e, di conseguenza, la capacità di agire e la qualità di vita della persona anziana a rischio caduta che risiede a domicilio : una revisione della letteratura. Bachelor thesis, Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana (SUPSI).

[img] Text
Albertoni Simone.pdf - Published Version
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial.

Download (799kB)

Abstract

Background A livello ticinese così come a livello mondiale si assiste a un innalzamento della speranza di vita della popolazione; all’interno di questo scenario il tema delle cadute rappresenta un’ impellente priorità. Le conseguenze delle cadute toccano piú aspetti contemporaneamente e hanno importanti ripercussioni sulla persona. Dalla letteratura si evince come l’ergoterapia prenda in considerazione la loro natura multifattoriale, ma che la professione non ha ancora trovato un’ identità stabile in questo campo che dovrà essere implementato integrando medicine complementari come la pratica del Tai Chi, un’antica forma di difesa personale di origini cinesi che oggigiorno è utilizzata per integrare mente, corpo, connessioni fisiologiche e ridurre il rischio caduta. Obiettivo L’obiettivo di questo lavoro di tesi è valutare l’efficacia del Tai Chi come intervento ergoterapico nel migliorare l’ equilibrio e, conseguentemente, la capacità di agire e la qualità di vita della persona anziana a rischio caduta che risiede a domicilio. Metodologia Tra dicembre 2015 e aprile 2016 è stata effettuata una revisione della letteratura utilizzando le banche dati di PubMed, Med Line, CINHAL e Taylor & Francis al fine di ricercare studi full text scritti in inglese, senza limiti geografici e che rispettassero sia il design di ricerca che i criteri di inclusione ed esclusione. Dalla ricerca sono emersi 889 risultati: dopo una prima e seconda selezione sono stati considerati 5 articoli che sono stati inseriti all’interno della revisione. Risultati In quattro articoli la pratica del Tai Chi riduce significativamente il numero di cadute negli anziani. In generale, un incremento fisico si riscontra in tre studi, mentre dai singoli emerge un cambiamento positivo nella deambulazione, nella mobilità ma anche una diminuzione della forza della presa della mano sinistra. Uno studio riporta un miglioramento a livello dei processi cognitivi e due illustrano come la pratica del Tai Chi porti a una riduzione della paura di cadere. Un incremento a livello della sfera affettiva quale la funzione sociale e il senso di autoefficacia é riscontrato in due articoli. La pratica ha un effetto positivo sia livello occupazionale migliorando lo svolgimento delle attività della vita quotidiana sia per il sonno e il riposo. Conclusioni Malgrado non sia ancora disponibile un numero elevato di evidenze scientifiche, il trattamento ergoterapico centrato sulla pratica del Tai Chi potrebbe essere efficace nel migliorare la componente equilibrio e, conseguentemente, la capacità di agire e la qualità di vita della persona anziana a rischio caduta che risiede a domicilio. Keywords Activity”, “Tai Chi”, “Fall Prevention”, “Balance”.

Item Type: Thesis (Bachelor)
Uncontrolled Keywords: Activity”, “Tai Chi”, “Fall Prevention”, “Balance”.
Subjects: Sanità
Divisions: Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale > Ergoterapia
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/843

Actions (login required)

View Item View Item