Toccare l'arte: un'avventura percettiva che accomuna i ciechi e i vedenti

Marincic, Nevena (2012) Toccare l'arte: un'avventura percettiva che accomuna i ciechi e i vedenti. Bachelor thesis, Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana (SUPSI).

[img] Text
MARINCIC_Nevena_2012.pdf
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial.

Download (719kB)

Abstract

Il mio lavoro di ricerca intende indagare sulla possibilità dei bambini vedenti di provare emozioni e impressioni attraverso l’esplorazione tattile di una scultura, e se tali esplorazioni ed emozioni tattili si differenziano rispetto a quelle di un bambino cieco, che dovrebbe possedere una maggiore consapevolezza tattile. Per rispondere a questa mia curiosità ho fatto esplorare tattilmente ad un numero ridotto di bambini di quinta elementare (compreso un bambino cieco dalla nascita) una scultura astratta. La scelta di presentare un prodotto del genere deriva dall’idea, maturata in me durante una ricerca letteraria, che un’opera astratta possa sollecitare una maggiore contemplazione rispetto ad un’opera figurativa. Siccome Hatwell (2006) sostiene che il sistema tattile, quando è attivo, si orienta soprattutto verso la conoscenza degli oggetti, a scapito di attività ludiche, di sensazioni di piacere e di emozioni estetiche, mi sono chiesta se l’esplorazione tattile di una scultura astratta possa invece favorire queste ultime sia nel bambino vedente che nel bambino cieco. Relatrice: Luisa Figini

Item Type: Thesis (Bachelor)
Supervisors: Figini, Luisa
Additional Information: Allegati disponibili su richiesta
Subjects: Formazione - Apprendimento
Divisions: Dipartimento formazione e apprendimento > Scuola dell'infanzia
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/698

Actions (login required)

View Item View Item