Come la medicina narrativa amplia la comprensione del paziente in una persona in formazione? Analisi esemplare del “Diario di una schizofrenica” di M. A. Sechehaye

Grasso, Sheila (2016) Come la medicina narrativa amplia la comprensione del paziente in una persona in formazione? Analisi esemplare del “Diario di una schizofrenica” di M. A. Sechehaye. Bachelor thesis, Scuola universiatria professionale della Svizzera italiana (SUPSI).

[img] Text
Grasso Sheila Tesi.pdf - Published Version
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial.

Download (702kB)

Abstract

Abstract Il seguente lavoro di tesi affronta la tematica della medicina narrativa e le sue modalità di accogliere il vissuto di malattia del paziente schizofrenico, facendo riferimento ad un testo autobiografico, ovvero il “Diario di una schizofrenica” di M. A. Sechehaye. L’obiettivo principale di questo lavoro di tesi è di comprendere in che modo, la medicina narrativa ed i paradigmi affini ad essa, aumentino la comprensione in una persona in formazione come me del vissuto di malattia di un paziente schizofrenico, a partire dal suo racconto. In sostanza capire con quali strumenti, messi a disposizione dalla medicina narrativa, mi è possibile approfondire la sua esperienza di malattia e comprenderla maggiormente. Questo lavoro di tesi è uno studio di un caso di schizofrenia, preso dal “Diario di una schizofrenica” di M. A. Sechehaye del 1955, un libro autobiografico redatto da Renée, una ragazza schizofrenica, in cui espone la sua esperienza di malattia. Oltre a questa fonte è stata visionata anche la versione cinematografica, per la regia di Nelo Risi del 1968, per mettere a confronto le due visioni: la prima quella soggettiva e personale di Renée, la seconda una riproposizione della sua esperienza di malattia. Il metodo, studio di un caso, ha permesso di concentrarsi sull’esperienza di malattia di Renée, evidenziandone la realtà da lei vissuta ed espressa senza intermediari. Questo ha permesso di osservare il vissuto di malattia andando oltre le sole informazioni teoriche le quali permettono di comprendere la malattia in generale, ma non la complessità e singolarità di ogni caso. La prima parte di questo lavoro di tesi, che è a sfondo teorico, espone il tema della medicina narrativa ed i paradigmi affini ad essa e della patologia schizofrenica, in modo da permettere una comprensione generale degli argomenti presi in causa. In seguito vi è un’analisi basata su cinque sezioni selezionate dal racconto di Renée e da scene estrapolate dalla versione cinematografica, con il sostegno del quadro teorico, al fine di comprendere maggiormente la sua esperienza di malattia. Attraverso questo lavoro di tesi è stato possibile entrare nel merito delle parole di Renée ed osservare la sua esperienza di malattia sotto aspetti che hanno permesso di comprendere l’esperienza di malattia vissuta. Grazie agli strumenti messi a disposizione dalla medicina narrativa è stato possibile andare oltre alla semplice nosografia della malattia, ed entrare nel mondo schizofrenico di Renée, comprendendo come, nel suo caso singolare, la malattia si ponesse nella sua quotidianità e come è stata vissuta.

Item Type: Thesis (Bachelor)
Uncontrolled Keywords: Medicina narrativa, schizofrenia
Subjects: Sanità
Divisions: Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale > Cure infermieristiche
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/405

Actions (login required)

View Item View Item