L'influenza dell'ambiente protesico sui disturbi comportamentali delle persone anziane affette da Alzheimer e sulla loro qualità di vita : il ruolo infermieristico

Domon, Sandrine (2015) L'influenza dell'ambiente protesico sui disturbi comportamentali delle persone anziane affette da Alzheimer e sulla loro qualità di vita : il ruolo infermieristico. Bachelor thesis, Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana (SUPSI).

[img] Text
Sandrine Domon_Forte crescita demografica della popolazione.pdf - Published Version
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial.

Download (824kB)

Abstract

Background I disturbi del comportamento correlati alla malattia di Alzheimer rappresentano uno degli aspetti più complessi nella presa in carico delle persone affette da questa patologia. Nel contesto della Casa per Anziani l’ambiente ha la possibilità di essere modificato ed adattato, per colmare le fragilità dei residenti ed assumere una valenza protesica in grado di migliorarne la Qualità di Vita. Obiettivi Il seguente lavoro è volto ad evidenziare la relazione esistente tra i disturbi del comportamento e l’ambiente protesico, e l’influenza che quest’ultimo ha sulla Qualità di Vita dei pazienti affetti da Alzheimer. Si è voluto, inoltre, indagare quali interventi sull’ambiente la letteratura proponga per ridurre la sintomatologia comportamentale e il ruolo infermieristico nella trasfigurazione dell’ambiente per renderlo protesico. Metodologia della ricerca Per il raggiungimento degli obiettivi si è scelto di svolgere una revisione della letteratura. Gli articoli scientifici sono stati individuati principalmente su tre banche dati: Science Direct (Elsevier), CINHAL (EBSCO) e PubMed utilizzando le seguenti parole chiave: “Quality of life”, “Behavioral disorders” o “behavioral symptoms”, “Healing environment” o “design environment”, “Alzheimer” e “Nursing home” . Da quest’ultime sono stati ricavati 14 articoli ritenuti pertinenti in base ai cinque criteri di inclusione formulati prima di procedere alla ricerca. Risultati L’analisi degli articoli ha evidenziato l’intensa influenza che l’ambiente protesico ha sulla diminuzione dei disturbi del comportamento dei malati di Alzheimer, e di conseguenza sulla promozione della Qualità di Vita. Ha permesso inoltre di far emergere gli interventi attuabili nei contesti abitativi delle Case per Anziani sull’ambiente, evidenziando il ruolo della figura infermieristica in questo complesso processo. Conclusioni La demenza di Alzheimer rappresenta una patologia tutt’oggi incurabile, ma dei buoni interventi rivolti allo spazio fisico sono in grado di rallentare la progressione della malattia favorendo l’autonomia dell’anziano, e di promuovere una buona Qualità di Vita attraverso la diminuzione della sintomatologia comportamentale. La figura professionale dell’infermiere deve pertanto possedere gli strumenti e le conoscenze per misurare questo principale outcome della demenza e per intervenire nella creazione di un ambiente protesico. Deve inoltre saper rilevare i bisogni individuali dei pazienti, mobilitare le proprie conoscenze e attuare un progetto di cura che vede come obiettivo la Qualità di Vita utilizzando approcci quali la modifica dell’ambiente.

Item Type: Thesis (Bachelor)
Uncontrolled Keywords: “Quality of life”, “Behavioral disorders” o “behavioral symptoms”, “Healing environment” o “design environment”, “Alzheimer” e “Nursing home”
Subjects: Sanità
Divisions: Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale > Cure infermieristiche
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/371

Actions (login required)

View Item View Item