Rapporti speciali che superano il tempo : sviluppo della presa in carico ed educatrice di riferimento nel momento dell’ambientamento

Gabaglio, Marika (2015) Rapporti speciali che superano il tempo : sviluppo della presa in carico ed educatrice di riferimento nel momento dell’ambientamento. Bachelor thesis, Scuola Universitaria Professionale della Svizzera Italiana.

[img] Text
Gabaglio M..pdf - Published Version
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial.

Download (1MB)

Abstract

La tematica del lavoro di tesi affrontata in questo scritto è da ricondurre ad alcuni aspetti e momenti che mi hanno sollecitata all’inizio e durante lo svolgimento della mia pratica professionale all’Asilo Nido comunale di Mendrisio, all’interno del gruppo dei piccoli. Mi riferisco in particolar modo al delicato momento dell’ambientamento e della presa in carico da parte dell’educatrice di riferimento del bambino e del genitore nel gruppo. Questo lavoro si sviluppa grazie ad una riflessione svolta con le educatrici dei piccoli in merito allo sviluppo del ruolo dell’educatrice di riferimento legato all’ambientamento; con l’obiettivo di giungere a trarre delle conclusioni in merito a dei possibili miglioramenti, in termini di strumenti e compiti, da mettere in pratica per migliorare ulteriormente l’assunzione del ruolo sopracitato. Da un punto di vista teorico questo lavoro di tesi si basa principalmente sulla letteratura che fa riferimento agli scritti dell’educatrice e pedagogista britannica Elinor Goldschmied e della pedagogista Susanna Mantovani, che hanno contribuito notevolmente a porre le basi primarie sia del concetto di educatrice di riferimento sia di ambientamento. Un altro importante contributo è da far risalire agli scritti della psicologa Rosanna Bosi la quale ha avuto un peso rilevante per quanto concerne l’analisi dei sentimenti ed emozioni in gioco in tutte le parti in causa durante l’ambientamento, in particolare modo per quel che concerne la prima separazione. Dopo aver presentato nei primi capitoli il contesto lavorativo, la domanda di ricerca, la problematica, il metodo e il processo dell’indagine svolta, la dissertazione è stata costruita seguendo la linea dei tre focus groups affrontati con le educatrici. Lungo questo percorso si sono confrontate su temi professionali riguardanti la loro attività presente e quella passata. Infine hanno collaborato attivamente per immaginare un futuro Nido ideale esprimendo i loro desideri di miglioramento del ruolo dell’educatrice e del momento dell’ambientamento. I principali risultati emersi riguardano il riconoscimento nel tempo dell’attenzione da dedicare al momento dell’ambientamento, in particolare alla prima separazione. I temi affrontati sono stati quelli dell’organizzazione dello spazio, della gestione delle emozioni contradditorie provate dai genitori, dell’osservazione minuziosa da svolgere per cogliere ogni piccolo dettaglio relazionale fra bambino e genitore e altro ancora. Ciò dovrebbe essere preso in carico da un’educatrice di riferimento che curerà l’ambientamento poiché risulta essere un momento che determinerà la qualità delle separazioni future. Ampliando la riflessione alla professione dell’operatore sociale, questo lavoro vorrebbe anche rendere coscienti di come una figura quale l’educatore di riferimento sia importante in ogni situazione in cui è presente un momento di separazione e inserimento in un nuovo contesto, non solo per la persona coinvolta ma anche per la sua famiglia, gli altri operatori e la struttura stessa.

Item Type: Thesis (Bachelor)
Additional Information: Opzione: Educatore sociale - Luogo di stage: Asilo nido comunale Mendrisio
Uncontrolled Keywords: asilo nido, bambini, ambientamento
Subjects: Scienze sociali
Divisions: Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale > Lavoro sociale
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/326

Actions (login required)

View Item View Item