Palla al Centro : la nascita di un Gruppo Calcio all’interno del Centro di Accoglienza Diurno di Ingrado - Sostanze Illegali

Mauri, Francesca (2015) Palla al Centro : la nascita di un Gruppo Calcio all’interno del Centro di Accoglienza Diurno di Ingrado - Sostanze Illegali. Bachelor thesis, Scuola Universitaria Professionale della Svizzera Italiana.

[img] Text
Mauri F..pdf - Published Version
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial.

Download (719kB)

Abstract

Nel confronto quotidiano con l’utenza del Centro di Accoglienza Diurno di Ingrado -Sostanze Illegali, è nata l’idea che ha portato alla creazione di un Gruppo Calcio. Il progetto ha lo scopo di indagare se e in che modo sia possibile promuovere esperienze sportive di gruppo inserendole in un contesto di bassa soglia guidato dal principio della riduzione del danno. Obiettivo centrale dell’indagine è stato quindi comprendere e approfondire il valore educativo di una proposta ludica rivolta a persone con problemi legati alla tossicodipendenza, non inseriti in strutture di tipo residenziale, dove invece tali iniziative sono frequenti. Quali sotto-obiettivi di questa indagine si vuole analizzare l’uso della pratica sportiva quale occasione per prendere coscienza del proprio stato di salute, facilitare l’integrazione sociale e lavorare su obiettivi quali il rispetto degli orari, la costanza e l’affidabilità. I concetti teorici cui viene fatto riferimento sono quindi i principi che guidano l’azione educativa al CAD, la cui conoscenza è necessaria per situare e contestualizzare questo Lavoro di Tesi, così come la dimensione gruppale e la co-costruzione. Dal punto di vista metodologico e procedurale, il lavoro, nato dal desiderio di alcuni utenti, si struttura in una serie di incontri calcistici avvenuti a cadenza mensile da marzo in avanti. L’intera esperienza progettuale è stata riportata in diari di bordo, principale metodo di raccolta dati utilizzato. Varie interviste fanno poi da supporto a quanto scritto. Esse hanno coinvolto sia professionisti sia partecipanti. Il parere di questi ultimi è stato poi ricavato anche dalla compilazione di questionari di soddisfazione in merito all’attività cui hanno partecipato. Importanti riflessioni sono emerse integrando gli elementi teorici alle situazioni incontrate durante lo stage. Innanzitutto l’importanza di co-costruire ogni progetto, coinvolgendo l’utenza e rendendola non solo partecipe ma protagonista, si è rivelato un elemento necessario alla buona riuscita e, in un contesto quale quello del CAD, fondamentale garante di partecipazione. Gli stessi partecipanti sostengono di percepire quali risultati di tale pratica la possibilità di vivere momenti di svago e d’aggregazione. Affiora un forte contrasto tra individualità e gruppalità, riconducibile alla casistica cui il progetto si rivolge, che rimane una domanda aperta a considerazioni future. Se allarghiamo la riflessione alla figura dell’operatore sociale, emerge come questo debba saper proporre progetti non standardizzati, ma “ricamati su misura”, sapendo cogliere interessi, passioni e desideri delle persone con cui si rapporta.

Item Type: Thesis (Bachelor)
Additional Information: Opzione: Educatore sociale - Luogo di stage: Centro di accoglienza diurno Ingrado/sostanze illegali
Uncontrolled Keywords: bassa soglia, sport
Subjects: Scienze sociali
Divisions: Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale > Lavoro sociale
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/323

Actions (login required)

View Item View Item