Condividere per incontrarsi : destinazione Opportunità : attivare il cambiamento attraverso il processo di progettazione dialogica partecipata con tre famiglie al SAE, da una prospettiva ecologica e inclusiva.

Sardi, Jasmin (2015) Condividere per incontrarsi : destinazione Opportunità : attivare il cambiamento attraverso il processo di progettazione dialogica partecipata con tre famiglie al SAE, da una prospettiva ecologica e inclusiva. Bachelor thesis, Scuola Universitaria Professionale della Svizzera Italiana.

[img] Text
Sardi J..pdf - Published Version
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial.

Download (3MB)

Abstract

La progettazione e in modo particolare, il modello dialogico partecipato in un’ottica d’intervento domiciliare è per gli operatori sociali un tema tanto interessante quanto complesso da affrontare. Nel corso dell’esperienza di pratica professionale al Servizio di Sostegno e Accompagnamento Educativo (SAE) è sorto un profondo interesse per l’approccio dialogico o concertativo il quale, infatti, converge con le peculiarità della relazione educativa a domicilio e il tipo di progetto che pone gli obiettivi verso cui la suddetta relazione tenderà nel corso della collaborazione tra famiglia e servizio. Tali peculiarità interessano l’insieme di diversi fattori tra i quali: il mandato di servizio, le aspettative degli enti che propongono una collaborazione tra famiglia e SAE, il ruolo dell’operatore e le caratteristiche che compongono il sistema familiare come il suo contesto di vita all’interno del quale ha luogo la quotidianità. L’interesse nell’approfondire questo tema è anche da ricondursi ad alcune riflessioni emerse nel corso della formazione le quali, durante quest’ultimo periodo di pratica professionale, è stato possibile conoscere più da vicino e approfondire in occasione del Lavoro di Tesi: riflessioni che intendono sottolineare l’importanza della condivisione - di attività e di saperi - tra famiglie e professionisti in un percorso che mira a generare un cambiamento. Lo scopo del seguente lavoro è proprio quello di approfondire in che modo la dimensione progettuale si dispiega all’interno delle tre collaborazioni scelte, grazie alle quali è stato possibile realizzare la ricerca. Da un punto di vista teorico la dissertazione si fonda sulle teorie di Gregory Bateson riguardo l'approccio sistemico-relazionale; sulle conoscenze prodotte dal modello ecologico di Urie Bronfenbrenner; e sul modello di progettazione dialogica partecipata, definito dall’approccio alla progettazione dialogico o concertativo. Integrando gli elementi teorici alle situazioni incontrate durante la ricerca, è stato possibile far emergere alcuni aspetti interessanti inerenti le potenzialità di progetti educativi condivisi; in primo luogo come processo utile ad affrontare situazioni complesse in cui non è possibile applicare soluzioni standardizzate ma è invece essenziale svolgere un lavoro su misura. In secondo luogo come processo legato alla creazione e all’elaborazione di un sapere proveniente dall’esperienza dei protagonisti: quello prodotto nell’incontro tra famiglie e professionisti, il quale potrebbe aprire nuove possibili riflessioni in merito alla progettazione e al ruolo educativo degli operatori del Servizio SAE. Altri aspetti salienti emersi dal lavoro riguardano alcune competenze chiave messe in atto durante l’intero processo, come quelle inerenti l’osservazione, l’ascolto e la capacità di rileggere situazioni complesse, intesa come capacità di porsi e porre domande in modo tale che le situazioni incontrate siano sempre accompagnate dalla curiosità e dalla pratica riflessiva, elementi che per altro contraddistinguono la figura dell’operatore sociale.

Item Type: Thesis (Bachelor)
Additional Information: Opzione: Educatore sociale - Luogo di stage: Servizio di sostegno e accompagnamento educativo (SAE)
Uncontrolled Keywords: Famiglie, educazione, crescita, bambini
Subjects: Scienze sociali
Divisions: Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale > Lavoro sociale
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/319

Actions (login required)

View Item View Item