L’educatore e la narrazione : riflessione su un’esperienza di reminescenza in un Centro Diurno Terapeutico

Gnesa, Valentina (2015) L’educatore e la narrazione : riflessione su un’esperienza di reminescenza in un Centro Diurno Terapeutico. Bachelor thesis, Scuola Universitaria Professionale della Svizzera Italiana.

[img] Text
Gnesa V..pdf - Published Version
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial.

Download (777kB)

Abstract

L’origine del tema affrontato è da ricondurre ad alcuni ragionamenti emersi durante lo svolgimento della pratica professionale al Centro Diurno Terapeutico della Pro Senectute di Lugano, più precisamente durante la preparazione di un’attività basata sulla narrazione. Lo scopo del lavoro è di approfondire quali capacità è necessario possedere e mettere in pratica nella preparazione e conduzione di questo tipo di attività da parte dell’operatore sociale. Questo tema ha una valenza particolare in un contesto lavorativo come quello del Centro Diurno Terapeutico, in quanto l’utenza presente è affetta da sindrome demenziale, perciò determinate capacità sono necessarie per l’esistenza stessa di queste attività, inoltre questo tema riporta all’importanza, oggigiorno ancora trascurata, della figura dell’educatore sociale nel settore dell’anzianità. Dal punto di vista teorico, la dissertazione si basa sul rapporto fra osservazione partecipante, teorie apprese da libri e manuali inerenti la narrazione e la reminescenza e teorie apprese durante i tre anni di formazione Supsi in Lavoro sociale. Da quest’integrazione è stato possibile far emergere alcuni aspetti interessanti inerenti l’essenzialità di talune capacità quali: auto-osservazione, osservazione, empatia, rispetto, curiosità, creatività, ascolto attivo, preparazione del setting, accoglienza, formulazione delle domande e ri-narrazione. Dal lavoro di tesi è emerso un elenco di capacità, il quale, essendo appunto basato anche sull’osservazione partecipante, è aperto, cioè ulteriormente integrabile da chiunque svolge attività simili e ritiene vi siano ulteriori capacità da tenere in considerazione. Ampliando la riflessione all’operatore sociale e ancor di più alle figure professionali che operano nel settore sociale e sanitario (ma in realtà si potrebbe ampliare perfino alle figure professionali in generale che operano a contatto con le persone), le capacità emerse ed analizzate nel lavoro di tesi risultano essere fondamentali per instaurare relazioni basate sulla fiducia e soprattutto per valorizzare le persone con le quali stiamo in relazione; non è più solo una relazione, ma una relazione di qualità.

Item Type: Thesis (Bachelor)
Additional Information: Opzione: Educatore sociale - Luogo di stage: Centro diurno Pro Senectute
Uncontrolled Keywords: Anziani, demenza
Subjects: Scienze sociali
Divisions: Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale > Lavoro sociale
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/318

Actions (login required)

View Item View Item