Io sono Robert : diritti, partecipazione, coinvolgimento : la prospettiva inclusiva osservata attraverso le possibilità messe a disposizione degli ospiti di un istituto socioterapeutico

Bortolotti, Maurizio (2015) Io sono Robert : diritti, partecipazione, coinvolgimento : la prospettiva inclusiva osservata attraverso le possibilità messe a disposizione degli ospiti di un istituto socioterapeutico. Bachelor thesis, Scuola Universitaria Professionale della Svizzera Italiana.

[img] Text
Bortolotti M..pdf - Published Version
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial.

Download (737kB)

Abstract

Il tema che ho voluto approfondire in questo lavoro di tesi vuole sottolineare l’importanza del concetto di “possibilità” in quanto caratteristica determinante del processo di inclusione. Laddove nelle persone sono presenti delle capacità ma non vengono messe a disposizione le possibilità per realizzarle, la prospettiva inclusiva si trova chiusa come in un vicolo cieco. Scopo del lavoro è stato quello di aprire una finestra di dialogo e di confronto interno sul rapporto tra disabilità e inclusione, attraverso il coinvolgimento delle figure professionali presenti a La Motta e le testimonianze portate dagli ospiti stessi dell’istituto. Come piattaforma di lavoro ho utilizzato il questionario ACISD contenuto nel volume "Inclusione sociale e disabilità", strumento che oltre a permettermi di realizzare la raccolta dati mi ha fornito importanti elementi in chiave inclusiva. Inoltre è stato posto l’accento nel riconoscere le possibilità che vengono messe a disposizione degli stessi, non solo sul piano della progettazione ma anche osservando l’interazione tra operatori e utenza sul piano relazionale. Questi obiettivi, accompagnati da alcune esperienze personali in chiave inclusiva, mi hanno portato a presentare la seguente domanda di tesi: “In che modo gli operatori de La Motta riescono a promuovere l’inclusione sociale delle persone che accompagnano e dei loro progetti di vita, in istituto e sul territorio?” I riferimenti teorici su cui mi sono appoggiato sono andati a riprendere l’evoluzione dei modelli di classificazione che nel corso di alcuni decenni hanno modificato la relazione tra il deficit, la persona e i fattori contestuali. Riconoscere le spinte progressiste da cui si sono sviluppati i diritti per le persone con disabilità è servito anche per sottolineare l’importanza di strumenti fondamentali come, in una macro visione, la Dichiarazione delle Nazioni Unite sui diritti dei portatori di handicap o in una dimensione più locale, ma non meno importante, l’apporto di associazioni come ATGABBES. La ricerca svolta durante questo percorso di tesi mi ha permesso di capire quanto gli obiettivi generali sviluppati a La Motta, che ho voluto raggruppare tra “autonomia, inclusione, cura”, non siano proposti come fini a se stessi ma che questi stessi scopi debbano essere incentivati attraverso l’obiettivo prioritario del benessere dell’ospite. A questo si aggiunge l’importanza della consapevolezza nell’accompagnamento dell’ospite in ogni attimo della giornata. Infatti, è attraverso il rispetto e l’attenzione per ogni piccolo gesto della quotidianità che parte l’impegno nell’attuazione dei diritti fondamentali e nella partecipazione delle persone con disabilità ad una realtà che si vuole indistinta.

Item Type: Thesis (Bachelor)
Additional Information: Opzione: Educatore sociale - Luogo di stage: Istituto La Motta, Brissago
Uncontrolled Keywords: inclusione, disabilità, interazione, cura, autonomia
Subjects: Scienze sociali
Divisions: Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale > Lavoro sociale
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/290

Actions (login required)

View Item View Item