Parlare in silenzio: la lingua dei segni e l'italiano segnato come strumento per incrementare l'attenzione

Chiesurin, Simona (2019) Parlare in silenzio: la lingua dei segni e l'italiano segnato come strumento per incrementare l'attenzione. Bachelor thesis, Scuola universitaria professionale della Svizzera Italiana (SUPSI).

[img] Text
19747_Simona_Chiesurin_Simona_Chiesurin_Tesi_di_Bachelor_410052_974025032.pdf
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial.

Download (1MB)

Abstract

La sperimentazione si svolge in una sezione di Scuola dell’Infanzia di Monte Carasso. Le ricerche su cui ho basato il quadro teorico dimostrano che l’utilizzo della Lingua dei Segni alla Scuola dell’Infanzia favorisce l’aumento dell’attenzione dei bambini. Lo scopo della ricerca è quello di approfondire questo aspetto indagando se l’utilizzo dell’Italiano Segnato riscontra una maggiore attenzione durante le attività semi-strutturate come quelle che avvengono sul tappeto o in quelle libere come la mensa e il giardino. Il campione di riferimento scelto è ridotto e anche le tempistiche lo sono state, dunque la mia è stata una ricerca esplorativa di natura qualitativa e non generalizzabile, basata sui dati raccolti tramite un’osservazione strutturata (tabelle) e non (diario). I risultati mostrano che il livello di attenzione è maggiore, anche se di poco, nelle attività semi- strutturate e mettono in evidenza il ruolo degli stimoli provenienti dal contesto che hanno una forte influenza. Questa sperimentazione mette in luce i vantaggi dell’uso della Lingua dei Segni sia per i bambini che per il docente. Relatore: Luca Sciaroni

Item Type: Thesis (Bachelor)
Supervisors: Sciaroni, Luca
Uncontrolled Keywords: lingua dei Segni, Italiano Segnato, attenzione, attività semi-strutturate, attività non strutturate
Subjects: Formazione - Apprendimento
Divisions: Dipartimento formazione e apprendimento > Scuola dell'infanzia
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/2633

Actions (login required)

View Item View Item