L’effetto dell'esercizio eccentrico sul tendine di achille in acuto e a lungo termine

Ferrari, Barbara and Foschi, Carolina (2018) L’effetto dell'esercizio eccentrico sul tendine di achille in acuto e a lungo termine. Bachelor thesis, Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana (SUPSI).

[img] Text
Ferrari Barbara e Foschi Carolina.pdf - Published Version
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial.

Download (1MB)

Abstract

Obiettivi Sempre più spesso si sente parlare di lesioni oppure tendinopatie al tendine d’Achille. Nell’ambito riabilitativo è una casistica con una tempistica di guarigione lunga e in alcuni casi non si sa quale trattamento possa essere più efficace sia per la guarigione completa che per ridurre la tempistica di riabilitazione. Questo ha portato ad ampliare le ricerche in merito e a cercare un trattamento ed un protocollo adeguato alla risoluzione delle tendinopatie del tendine d’Achille. L’obbiettivo principale di questa ricerca sperimentale era di valutare eventuali cambiamenti strutturali e morfologici del tendine d’Achille in soggetti sani sottoposti ad un protocollo di esercizi eccentrici di diversa durata, ovvero in acuto e a lungo termine. Metodo Si è deciso di svolgere una ricerca di tipo quantitativa, attraverso l’utilizzo di 4 strumenti di misurazione: l’elastografia, il myoton il tape measure e la thickness. In questo studio sono stati coinvolti 7 ragazzi tra i 20 e i 25 anni con un tendine d’Achille sano (senza problematiche tendinee recenti e pregresse). In un primo momento si sono raccolte le informazioni necessarie creando una sorta di revisione della letteratura sull’anatomia del tendine d’Achille, le tendinopatie del tendine d’Achille, i trattamenti in caso di tendinopatie e abbiamo infine approfondito l’esercizio eccentrico come trattamento della tendinopatia del tendine d’Achille. Dopodiché si è definito un protocollo di esercizio eccentrico sia per il gruppo acuto (4 soggetti) che per quello a lungo termine (3 soggetti). La differenza essenziale tra i due gruppi è che il gruppo acuto ha svolto un'unica volta l’esercizio, mentre il gruppo a lungo termine lo ha eseguito per 4 settimane 2 volte al giorno. In un secondo momento si è proceduto alla rilevazione e all’analisi dei dati. Le rilevazioni dei parametri si sono basate sul protocollo del single-subject design, e le misure sono state prese per ogni soggetto in diversi momenti, prima e dopo aver svolto l’esercizio eccentrico. Risultati I risultati emersi attraverso la sonoelastografia, il myoton e il ROM non hanno permesso di evidenziare degli effetti significativi del protocollo eccentrico sul tendine d’Achille nei soggetti sani sia del gruppo acuto che in quello a lungo termine. La thickness in 3 soggetti su 4 del gruppo acuto ha però mostrato una riduzione del diametro del tendine, mentre nei soggetti a lungo termine si è riscontrata una riduzione del diametro nelle prime due settimane di protocollo ed un aumento alla fine del protocollo (dopo quattro settimane). Conclusione Questo studio ha permesso di affermare quanto descritto in letteratura, ovvero che l’esercizio eccentrico riduce il diametro del tendine in acuto e l’aumenta a lungo termine. Per concludere è bene ricordare che anche se le altre misure di outcome non hanno evidenziato degli effetti significativi, ciò non vuol dire che il protocollo utilizzato non sia efficace, poiché le ipotesi del mancato riscontro di risultati significativi rispetto alla nostra ricerca sono varie, tra cui il campione e le tempistiche di protocollo ristrette.

Item Type: Thesis (Bachelor)
Uncontrolled Keywords: Tendinopatie, tendine d’Achille.
Subjects: Sanità
Divisions: Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale > Fisioterapia
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/2223

Actions (login required)

View Item View Item