Allontanarsi da sé per capirsi meglio come professionisti.

Bazzi, Giulia (2015) Allontanarsi da sé per capirsi meglio come professionisti. Bachelor thesis, Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana (SUPSI).

[img] Text
Giulia Bazzi_Allontanarsi da sé per capirsi meglio come professionisti.pdf - Published Version
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial.

Download (90MB)

Abstract

Questo LDT ha l’intenzione di porre l’attenzione sul ruolo infermieristico inserito in un contesto altro, quello del Togo, focalizzandosi specialmente nella relazione e sulle questioni etiche. Gli aspetti culturali e le rappresentazioni faranno da sfondo. Il lavoro, in forma di pratica riflessiva, si baserà su quattro narrazioni, da cui sorgono delle domande, che nascono da un disagio o un dubbio scaturito in determinate situazioni, riguardanti il ruolo infermieristico, le risposte sono arricchite di contributi teorici tratti dalla letteratura e dalla personale esperienza avuta. L’obiettivo principale di questo LDT è di comprendere in che modo andando altrove si riesce a comprendere meglio la propria professionalità e la propria persona e come fare tesoro di questa consapevolezza. L’allontanarsi dal conosciuto permette una riflessione che consente di osservare con altri occhi ciò cui si è abituati e questo porta a riflettere su che tipo di persona e professionista si vuole essere e diventare e su quali sono le priorità e i valori in gioco e che si ritengono fondamentali. Il metodo utilizzato è quello della pratica riflessiva, integrato alla ricerca etnografica e fenomenologica con un approfondimento etico. Questo metodo permette di riflettere sull’esperienza avuta tenendo in considerazione l’importanza del contesto, della cultura e della visione soggettiva dell’esperienza. La scrittura delle narrazioni permettono di raccontare l’esperienza senza analizzarla. Per l’analisi delle narrazioni sono state stese delle domande che sorgono dall’esperienza dell’incontro con l’altro; la risposta è data dapprima grazie a un apporto della letteratura e in seguito con una riflessione personale. La consapevolezza della dimensione culturale arricchisce ed inoltre, rende sensibile sulla diversa provenienza di ogni paziente, ognuno rappresenta un mondo a sé e questo è un valore fondamentale anche per il lavoro qui. Credo sia fondamentale che l’assistenza infermieristica consideri le diverse caratteristiche e i vari bisogni delle persone con diverso background culturale e varie etnie. Tramite questo LDT si è potuto ripercorrere l’esperienza, riflettendo sui vari aspetti. Ciò ha permesso di approfondire e capire meglio ciò che si è vissuto e i pensieri e le riflessioni che si son create, sviluppate in Togo. La professione si dovrebbe adeguare oltre che alla situazione in cui è inserito, alla cultura della persona. Ogni persona che incontriamo è un mondo a sé, per questo ritengo sia fondamentale in ogni situazione di cura, dall’oncologia alla psichiatria, qui e altrove, imparare a conoscere davvero chi abbiamo di fronte per poter davvero fornire delle cure di qualità. Capire il paziente e la sua cultura, comprendere le loro barriere e rispettare il senso di pudore; sono comunque temi molto personali, che non riguardano solo le persone di cultura diversa dalla nostra, ma anche persone nate e cresciute qui in Ticino.

Item Type: Thesis (Bachelor)
Uncontrolled Keywords: Togo, cooperazione internazionale, etica, pratica riflessiva, narrazioni, ricera etnografica, ricerca fenomenologica, cultura
Subjects: Sanità
Divisions: Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale > Cure infermieristiche
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/213

Actions (login required)

View Item View Item