L’importanza delle tecniche di distrazione nel bambino sottoposto a venipuntura

Manzi, Francesco (2015) L’importanza delle tecniche di distrazione nel bambino sottoposto a venipuntura. Bachelor thesis, Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana (SUPSI).

[img] Text
Francesco Manzi_L’importanza delle tecniche di distrazione.pdf - Published Version
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial.

Download (1MB)

Abstract

Background Il dolore e la paura sperimentati dai bambini nel corso della punzione venosa possono arrecare loro importanti conseguenze sia nell’immediato che a lungo termine. Gli infermieri che lavorano nei contesti pediatrici devono pertanto essere consapevoli dei metodi di valutazione, prevenzione e gestione del dolore procedurale. La distrazione è un metodo non farmacologico utile per un’efficace gestione del dolore, dell’ansia e della paura dei bambini ed è quindi un imperativo etico per tutti gli infermieri la conoscenza di tale tecnica, che è semplice, a basso costo e, cosa ancor più importante, esente da ogni tipo di rischio. Scopo Esplorare, conoscere e comprendere le varie tipologie dei metodi di distrazione che si possono adottare durante delle procedure mediche dolorose come il prelievo venoso o l’inserzione di un catetere venoso periferico e valutare l’efficacia. Metodo Domanda di ricerca: “Le tecniche di distrazione durante le venipunture sono realmente in grado di ridurre il dolore e l’ansia dei bambini, facilitando in tal modo la loro aderenza alle procedure, esistono tecniche più efficaci di altre?” Metodologia: revisione sistematica della letteratura. Banche dati utilizzate: PUBMED, CINAHL, MEDLINE, COCHRANE. È stata inoltre scansionata la lista delle referenze degli articoli per individuare ulteriori studi di interesse. Sono stati considerati studi risalenti agli ultimi dieci anni (2005-2014). Risultati In 11 articoli su 12 selezionati, emerge che la distrazione consente effettivamente di ridurre i livelli di ansia, di paura e di dolore nei bambini sottoposti a venipuntura. Non esiste una tecnica di distrazione più efficace di altre, ma la sua scelta dipende dalle caratteristiche del bambino, dalle sue esperienze passate, dalla capacità degli infermieri di instaurare con lui delle valide relazioni di fiducia e dalla loro abilità pratica nell’eseguire la procedura. Conclusioni La ricerca testimonia gli apporti benefici della distrazione, ma è necessario svolgere altri studi, in particolare per quanto riguarda l’applicazione di tale metodo durante altre procedure dolorose. Sarebbero inoltre auspicabili degli interventi di sensibilizzazione del personale sanitario in modo da prevedere per il futuro la presenza di linee guida nel campo della distrazione.

Item Type: Thesis (Bachelor)
Uncontrolled Keywords: “Distraction techniques”, “Venipuncture”, “Children”.
Subjects: Sanità
Divisions: Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale > Cure infermieristiche
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/194

Actions (login required)

View Item View Item