L’alimentazione come fattore preventivo del tumore dell’intestino colon e retto: la responsabilità educativa dell’infermiere. Una revisione della letteratura

Mangione, Mandy (2017) L’alimentazione come fattore preventivo del tumore dell’intestino colon e retto: la responsabilità educativa dell’infermiere. Una revisione della letteratura. Bachelor thesis, Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana (SUPSI).

[img] Text
Mangione Mandy.pdf - Published Version
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial.

Download (1MB)

Abstract

Background I pazienti a rischio per carcinoma colorettale (tumore concernente l’intestino colon o il retto) e quelli interessati dalla malattia sono in continuo aumento. Fattori predisponenti quali un’alimentazione malsana possono portare al suo sviluppo. L’infermiere può avere un ruolo importante per la prevenzione di questa patologia grazie al suo ruolo di promotore della salute, all’informazione e all’educazione del paziente in materia di alimentazione e di uno stile di vita sano. Scopo e obiettivi Il seguente lavoro ha lo scopo di mostrare come l’alimentazione possa influenzare positivamente o negativamente il formarsi di questa patologia, cercando di fare un po’ di chiarezza sul dibattuto ruolo degli alimenti. Oltre a ciò intendo rispondere ai miei quesiti concernenti il potenziale del ruolo infermieristico nel promuovere un regime alimentare sano e identificare i possibili interventi atti alla tutela della salute e la prevenzione di questa patologia grazie all'informazione fornita ai pazienti in materia di alimentazione. Metodologia di ricerca Per l’elaborazione di questa tesi di bachelor è stato deciso di attuare una revisione si-stematica della letteratura come metodologia di lavoro. Le banche dati utilizzate per la ricerca degli articoli scientifici sono le seguenti: Pubmed, Google Scholar, Wiley online library, Cochrane, Science Direct (Elsevier). Dopo varie selezioni la ricerca si è conclusa con un totale di 18 articoli risultati eleggibili per lo svolgimento della revisione. Risultati Dagli articoli visionati emerge l'importanza di una sana alimentazione nella prevenzione del tumore colorettale e di altre patologie croniche. Vari studi hanno dimostrato come un'alimentazione ricca di grassi e proteine animali favorisca la comparsa della malattia, mentre il preferire una dieta ricca di fibre, vitamine e oligoelementi come cereali integrali, legumi e verdure, abbia un effetto protettivo. Vi sarebbero svariati modi per insegnare ai pazienti, e alla popolazione in generale, in cosa consiste una corretta alimentazione; con la giusta conoscenza un infermiere potrebbe informare adeguatamente i pazienti. Al fine di rendere l’intervento ancora più efficace si dovrebbe fornire loro informazioni personalizzate e se possibile per iscritto in modo tale che fungano da promemoria. Conclusioni Le patologie che possono essere causate da una cattiva alimentazione, come il cancro che interessa l’intestino colon e retto, possono essere almeno in parte evitate (quando la componente genetico-ereditaria non è preponderante) o perlomeno contenute grazie ad una cura olistica del paziente comprendente anche la conoscenza del suo codice alimentare e un approfondimento del tema in termini educativi agevolante il cambiamento qualora sia necessario. Oltre all'informazione riguardo le metodiche di screening disponibili, l'insegnamento di una sana dieta risulterebbe, come confermato dalla letteratura, una metodica di prevenzione efficace ed attuabile da parte degli infermieri.

Item Type: Thesis (Bachelor)
Uncontrolled Keywords: Carcinoma colorettale, alimentazione, dieta
Subjects: Sanità
Divisions: Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale > Cure infermieristiche
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/1730

Actions (login required)

View Item View Item