Il prezzo della generosità : implicazioni finanziarie del livello delle deduzioni fiscali in Ticino e possibili interventi

Mondada, Renato (2017) Il prezzo della generosità : implicazioni finanziarie del livello delle deduzioni fiscali in Ticino e possibili interventi. Master of Advanced Studies (MAS) thesis, Scuola Universitaria Professionale della Svizzera Italiana.

[img] Text
Renato_Mondada_Tesi MAS Tax Law.pdf - Published Version
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial.

Download (21MB)

Abstract

La scelta di affrontare il tema della rimodulazione delle deduzioni fiscali è nata dallo stupore nel costatare che in Ticino gli importi massimi deducibili dal reddito delle persone fisiche sono – apparentemente senza una reale ragione economica - abbondantemente i più elevati del Paese. Questo tratto distintivo della fiscalità ticinese ha evidentemente i suoi costi, in termini di minori entrate fiscali. Tenuto conto dell’attuale delicato contesto finanziario del Cantone, mi sono chiesto se il risanamento dei conti pubblici non possa considerare – tra le varie opzioni – anche una rimodulazione delle deduzioni fiscali. A tal fine, nel presente lavoro ho cercato di quantificare – sulla base dei dati fiscali 2012 - le ripercussioni finanziarie di un adeguamento delle principali deduzioni fiscali cantonali ipotizzando tre possibili interventi teorici: (i) un allineamento alla media intercantonale, (ii) un’armonizzazione (verticale) alle deduzioni federali e (iii) l’introduzione di deduzioni sociali degressive. Nel primo scenario, l’adeguamento degli importi massimi deducibili ai valori medi intercantonali permetterebbe al Cantone di conseguire maggiori entrate fiscali per complessivi 77.4 milioni di franchi. Rispetto alla situazione attuale, l’imposta cantonale sul reddito delle persone fisiche aumenterebbe mediamente di 430 franchi, un aggravio pari a circa il 13%. Nel secondo scenario, l’allineamento delle deduzioni agli importi previsti per l’IFD comporterebbe per il Cantone un maggior gettito di 108.5 milioni di franchi. In media, il maggior onere fiscale a carico di tutti i contribuenti si eleverebbe a 605 franchi, pari a circa il 18% in più rispetto ad oggi. La variante proposta nel terzo scenario, ossia l’applicazione di deduzioni fiscali di natura degressiva, ha preliminarmente reso necessario un approfondimento giuridico finalizzato ad appurare la compatibilità di simili deduzioni con il diritto superiore, segnatamente la LAID e la Costituzione federale. Quest’analisi ha evidenziato che l’ipotesi di introdurre delle deduzioni inversamente proporzionali al reddito sembrerebbe esser percorribile (seppur con qualche rischio) unicamente nell’ambito delle deduzioni sociali, settore nel quale il diritto federale conferisce una competenza esclusiva ai Cantoni. Fatta astrazione delle incertezze giuridiche legate a questo tipo d’intervento, qualora in Ticino venissero introdotte delle deduzioni per figli degressive sul modello di quelle proposte nel mio lavoro, il Cantone potrebbe incassare annualmente circa 8.2 milioni in più rispetto alla situazione attuale. A differenza dei due precedenti scenari, nei quali la riduzione delle deduzioni colpirebbe tutti i contribuenti che ne fanno uso indipendentemente dalla loro situazione reddituale, in quest’ultima ipotesi a subire un aggravio fiscale sarebbero unicamente i contribuenti che dispongono di un reddito determinante maggiore di 80'000 franchi. Per quanto riguarda la deduzione per figli a carico e agli studi fuori Cantone, ad esser toccati dalla deduzione degressiva sarebbero unicamente 3'000 contribuenti (su 42'500, pari al 7.2% del totale). Per questi contribuenti, le nuove deduzioni comporterebbero mediamente un maggior onere d’imposta di 2'700 franchi (pari ad un aumento dell’8.3%). Questo studio ha permesso di costatare che il prezzo della generosità delle deduzioni fiscali nel nostro Cantone può esser quantificato in un importo compreso tra 77.4 e 108.5 milioni di franchi - a seconda che il metro di paragone sia fissato sui valori medi intercantonali oppure sui valori federali - e che possibili correttivi potrebbero essere attuati adeguando gli importi massimi deducibili ai valori medi intercantonali oppure ai valori previsti nella LIFD oppure ancora introducendo delle deduzioni per figli aventi un carattere degressivo.

Item Type: Thesis (Master of Advanced Studies (MAS))
Supervisors: Vorpe, Samuele
Additional Information: Master of Advanced Studies SUPSI in Tax Law
Uncontrolled Keywords: Tax Law
Subjects: Economia
Divisions: Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale > Economia e Diritto
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/1556

Actions (login required)

View Item View Item