Delirium post operatorio e anziani : quale assistenza infermieristica? Revisione della letteratura

Sabetti, Simone (2017) Delirium post operatorio e anziani : quale assistenza infermieristica? Revisione della letteratura. Bachelor thesis, Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana (SUPSI).

[img] Text
Sabetti Simone.pdf - Published Version
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial.

Download (1MB)

Abstract

ABSTRACT Introduzione Il delirium, meglio noto come Stato Confusionale Acuto, è una sindrome clinica caratterizzata da alterazioni di diverse aree, quali: stato di coscienza, funzioni cognitive e/o dell’area percettiva. Ha un’insorgenza brusca e rapida ed è caratterizzato da un decorso fluttuante. Il delirium colpisce circa 28-61% dei pazienti anziani sottoposti ad interventi chirurgici. Le persone anziane ricoverate in reparti ospedalieri o in case per anziani aumentano di una volta e mezza il rischio di morte dopo la dimissione. Molto spesso il delirium non viene diagnosticato per tempo il che espone il soggetto a possibili complicanze. Il delirium di tipo ipoattivo risulta essere il più frequente, ma al tempo stesso il più difficile da diagnosticare. Obiettivo Lo scopo del lavoro di Bachelor è suggerire interventi per migliorare la presa a carico dei pazienti anziani ospedalizzati che vengono sottoposti ad intervento chirurgico e risultano a rischio di sviluppare un delirium. L’obiettivo specifico è: • Identificare le strategie infermieristiche da mettere in atto per prevenire e gestire episodi di delirium post-operatorio Metodologia È stata svolta una revisione della letteratura. Sono stati considerati 12 articoli degli ultimi 10 anni. Per effettuare la ricerca si è deciso di utilizzare le seguenti parole chiave: Delirium, Complications, Nurse care, Nurse interventions, Interventions, Guidelines, Surgery. Tali parole chiave sono state inserite mediante l’utilizzo dell’operatore boleano AND e ricercate all’interno delle banche dati: PubMed, Science Direct, Medline, Cinhal, UpToDate, Wiley e Springer Link. Sono stati scelti articoli riferiti al contesto chirurgico, senza limitazione di lingua e con età dei partecipanti superiore ai 65 anni. Si è concluso il lavoro discutendo i risultati ottenuti dalla ricerca e fornendo delle conclusioni. Risultati La letteratura mette in evidenza che il trattamento primario riguarda l’individuazione dei fattori di rischio del paziente e la valutazione dello stesso mediante strumenti di screening validati (CAM vedi allegato 16.2, MMSE, CDT, IADL, BADL). La scala di CAM risulta essere la maggiormente validata e specifica per diagnosticare il delirium. Successivamente risulta importante fornire al personale curante un’educazione riguardo al delirium ed utilizzare un approccio multidisciplinare. Si è ulteriormente constatato che i pazienti anziani andrebbero valutati anche da un profilo nutrizionale, mediante la scala MNA-SF (vedi allegato 16.3), siccome la malnutrizione espone il soggetto ad un maggior rischio di delirium. Infine, sono identificabili degli interventi infermieristici attuabili in qualsiasi reparto ordinario (medicina, chirurgia).

Item Type: Thesis (Bachelor)
Uncontrolled Keywords: Delirium, Complications, Nurse care, Nurse interventions, Interventions, Guidelines, Surgery.
Subjects: Sanità
Divisions: Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale > Cure infermieristiche
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/1501

Actions (login required)

View Item View Item