Alloggi per studenti, Lugano

Fraquelli, Michela (2017) Alloggi per studenti, Lugano. Bachelor thesis, Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana.

[img] Text
M.EFFE_TAVOLA1.pdf - Accepted Version
Restricted to Repository staff only
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial No Derivatives.

Download (4MB) | Request a copy
[img] Text
M.EFFE_TAVOLA2.pdf - Accepted Version
Restricted to Repository staff only
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial No Derivatives.

Download (2MB) | Request a copy
[img] Text
M.EFFE_TAVOLA3.pdf - Accepted Version
Restricted to Repository staff only
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial No Derivatives.

Download (1MB) | Request a copy
[img] Text
M.EFFE_TAVOLA4.pdf - Accepted Version
Restricted to Repository staff only
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial No Derivatives.

Download (1MB) | Request a copy
[img] Text
M.EFFE_TAVOLA5.pdf - Accepted Version
Restricted to Repository staff only
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial No Derivatives.

Download (31MB) | Request a copy

Abstract

Il progetto per l'edificio della casa dello studente nasce con l'intento di dare un ambiente semplice, minimale e funzionale all'interno del quale risulti spontaneo ricavarsi momenti di privacy o di condivisione a dipendenza delle necessità del momento. Dall'analisi iniziale svolta nel lembo di terreno racchiuso tra via Torricelli, via Trevano ed il bosco, sono emerse delle regole non scritte valide per una lettura corretta del sito, che tengono in considerazione degli elementi già presenti per non andare a svalutarli o addirittura ignorarli completamente. Per l'inserimento nel contesto si è guardato agli edifici presenti: le case popolari degli arch. Schnebli e Tami. Gli edifici raccontano di geometri pulite, volumi contenuti e soprattutto collegamenti. All'interno del terreno da edificare si trovano connessioni semplici che uniscono tra loro tutto ciò che è presente. Inserirsi in una situazione tale non era per niente ovvio e allora è risultato fondamentale adeguarsi. Ho cercato e trovato una mia regola che fosse coerente con le regole del sito: regole di geometrie, di altezze ed impostazioni tipologiche dei locali abitativi. Per la casa dello studente la priorità è stata data a questo tipo di utenza. Lo studente rappresenta un profilo giovanile che, secondo una tendenza comune parlando di alloggio tipo, predilige ambienti minimi per quel che riguarda l'appartamento ma ambienti comuni spaziosi, attrezzati per rispondere alle necessità quotidiane che comprendono momenti di incontro, di studio, di svago e di relax con la possibilità di condividere con gli altri fruitori tempo ed esperienze. Da queste considerazioni iniziali fatte per impostare un'idea, l'edificio proposto risponde alle esigenze richieste e alle valutazioni fatte. Si sviluppa nella sua geometria seguendo un raster ben preciso, nato dal modulo base della camera dello studente che è stata progettata seguendo le misure minime per la vivibilità, senza rinunciare al comfort di avere un ambiente privato dotato di servizi. Il fronte longitudinale si presenta composto in maniera regolare, lo stesso rigore interno è portato in facciata grazie al sistema costruttivo. Data la libertà spaziale interna di questi locali, la facciata segue la struttura, un modulo che raddoppia, con aperture più ariose. il progetto offre disponibilità di 108 posti letto, mantenendo delle dimensioni planimetriche coerenti con il contesto. La compattezza del volume rispecchia l'intento sostenibile dell'edificio, studiato per rispondere alle esigenze ultime richieste dagli standard energetici. La costruzione è di tipo tradizionale con utilizzo di calcestruzzo per le solette e setti portanti in cotto, per quel che riguarda le pareti non strutturali invece è stato utilizzato il legno in quanto materiale "green" per eccellenza, con la possibilità ulteriore della prefabbricazione. Questo tema è stato affrontato largamente in quello che è lo studio delle pareti di tamponamento delle facciate longitudinali. Sui fronti trasversali invece vi è un altro tipo di finitura con isolamento perimetrale esterno intonacato, e accoglie aperture allo scopo di dare luce alla circolazione. A denotare il carattere dell'edificio sostenibile vi è poi il tema del fotovoltaico che è diventato protagonista nella zona degli spazi comuni andando a rivestire con una pelle continua, dalla facciata alla copertura, gli ambienti. L'utilizzo del fotovoltaico permette di migliorare l'efficienza energetica dell'edificio, dare vita ad ambienti interni di qualità, per effetto della trasparenza dei pannelli che permettono alla luce di entrare in modo particolare creando giochi di luce e funge al tempo stesso da protezione solare. Infine sulla sommità la struttura dei pannelli funge da copertura degli impianti. La tecnica è infatti posta sul tetto senza andare a rompere la rigorosità compositiva dell'edificio; gli impianti rappresentano la chiusura di un sistema, interno, che si mostra anche all'esterno per denotare maggiormente il carattere.

Item Type: Thesis (Bachelor)
Supervisors: Cattaneo, Massimo and Guscetti, Giorgio and Saurwein, Emanuele
Subjects: Costruzioni
Divisions: Dipartimento ambiente costruzioni e design > Architettura
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/1483

Actions (login required)

View Item View Item