L’efficacia della realtà virtuale come trattamento per il recupero del neglect post cerebrolesione acquisita

Zecca, Cinzia (2016) L’efficacia della realtà virtuale come trattamento per il recupero del neglect post cerebrolesione acquisita. Bachelor thesis, Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana (SUPSI).

[img] Text
Zecca Cinzia.pdf - Published Version
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial.

Download (849kB)

Abstract

Il Neglect o Eminegligenza spaziale unilaterale (USN) è la manifestazione di una lesione cerebrale, generalmente destra, che provoca una ridotta consapevolezza degli stimoli, provenienti dallo spazio controlesionale, in assenza di deficit sensoriali. Obiettivi L’obiettivo che mi sono posta nell’elaborare questa revisione della letteratura, è stato quello di ottenere una maggiore conoscenza sull’eminegligenza spaziale, come possibile manifestazione clinica post cerebrolesione acquisita e comprendere se questa possa essere ridotta tramite l’utilizzo della realtà virtuale come strumento riabilitativo. Metodologia La ricerca della letteratura è avvenuta da Settembre 2015 fino a Maggio 2016. Nelle banche dati Pubmed e Medline (ProQuest). Le parole chiave utilizzate, sono state: “rehabilitation”, ”neglect”, “virtual reality” connesse all’utilizzo di uno solo degli operatori Boleani: “AND”. Risultati I 7 articoli selezionati per la stesura di questa revisione, indicano che l’utilizzo della Realtà Virtuale, provoca dei miglioramenti significativi nei pazienti con Neglect. Gli outcomes sono stati confermati dai test neuropsicologici e da questionari in cui sono stati riportati punteggi maggiori alla fine di un trattamento con VR, rispetto al punteggio ottenuto prima di questo. I pazienti hanno aumentato la capacità di prendere in considerazione stimoli provenienti dal lato controlesionale dello spazio e alcuni di essi, sono riusciti a riacquisire abilità che gli permettono di svolgere alcune attività della vita quotidiana, come la lettura di un giornale. Conclusioni Gli studi affermano che il trattamento con VR produce, nei pazienti, una maggior capacità di prendere in considerazione gli stimoli provenienti dall’emispazio controlesionale. Non ci sono prove che la VR sia più efficace di un trattamento convenzionale, ma tutti gli studi affermano che la VR apporta una riduzione del Neglect e stimola l’interesse e la partecipazione.

Item Type: Thesis (Bachelor)
Uncontrolled Keywords: rehabilitation, neglect, virtual reality
Subjects: Sanità
Divisions: Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale > Cure infermieristiche
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/1426

Actions (login required)

View Item View Item