Una vita di qualità in foyer : analisi qualitativa degli interventi che l’educatore mette in atto per favorire una vita di qualità alle persone che vivono in foyer

Ranzoni, Francesca (2016) Una vita di qualità in foyer : analisi qualitativa degli interventi che l’educatore mette in atto per favorire una vita di qualità alle persone che vivono in foyer. Bachelor thesis, Scuola Universitaria Professionale della Svizzera Italiana.

[img] Text
Ranzoni_Francesca.pdf - Published Version
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial.

Download (781kB)

Abstract

Da decenni, diverse discipline e numerosi studiosi si interrogano sul come poter definire in maniera chiara e oggettiva il concetto di Qualità di Vita, evidenziando elementi su cui è stata manifestata una generale condivisione ma anche aspetti non pienamente condivisi. Questo perché a tale concetto contribuiscono diverse variabili che rendono il suo significato ancora molto ampio. Ancora oggi non è perciò possibile attribuire una definizione precisa al costrutto di Qualità di Vita. Questo lavoro di tesi si propone di indagare il ruolo che ha l’educatore nella promozione della Qualità di Vita per gli utenti che vivono in un foyer della Fondazione La Fonte. L’avvicinamento e l’interessamento a questo tema, sono nati dopo aver letto un report di ricerca dell’associazione Anffas (Associazione Nazionale Famiglie di Persone co Disabilità Intellettiva e/o Relazionale, è una associazione Italiana di famiglie, fondata nel 1958) nel quale veniva indagato il costrutto di Qualità della Vita in riferimento alle persone con disabilità intellettiva. Il documento mi ha fatta riflettere su come gli utenti del foyer della Fondazione La Fonte percepissero la propria vita e quanto fossero soddisfatti della stessa. Il modello teorico a cui ho fatto riferimento e da cui ho tratto diversi spunti per l’analisi del contesto del foyer, è quello studiato da Robert Schalock e Miguel Verdugo Alonso, modello che ho potuto utilizzare nel mio lavoro di tesi, in quanto la casistica presente nella struttura presentava le stesse caratteristiche delle persone oggetto di studio da parte dei due autori. Il mio interessamento al tema della Qualità di Vita è poi maturato grazie all’osservazione diretta nel contesto lavorativo e alla relazione con gli utenti e lo scambio con i colleghi educatori. Nel lavoro di tesi viene fatta una valutazione della percezione degli utenti attraverso gli otto domini che caratterizzano la Qualità della Vita, nello specifico: benessere fisico, benessere emozionale, benessere materiale, sviluppo personale, relazioni interpersonali, autodeterminazione, inclusione sociale e diritti. Per ogni dominio sono stati individuati alcuni indicatori che permettessero di svolgere un’analisi mirata su caratteristiche osservabili. Per compiere tale analisi ho sperimentato lo strumento dell’intervista semi-strutturata, strumento che ho utilizzato anche per indagare la percezione degli educatori rispetto le risposte degli utenti. Dopo aver analizzato le varie risposte ho svolto una riflessione sul ruolo dell’educatore nel promuovere sostegni volti a favorire la Qualità di Vita alle persone che vivono in foyer, nello specifico del contesto cosa fa o vorrebbe/dovrebbe fare l’educatore. Nelle conclusioni vi è una riflessione più generale sull’utilizzo del costrutto di Qualità di Vita, quale valido strumento da tenere in considerazione quando si lavora in qualsiasi contesto in ambito sociale.

Item Type: Thesis (Bachelor)
Additional Information: Opzione: Educatore sociale - Luogo di stage: Fondazione La Fonte, foyer Fonte 6, Agno
Uncontrolled Keywords: qualità di vita, domini, benessere fisico, benessere emozionale, modello, disabilità intellettiva, sviluppo personale, inclusione sociale, diritti, soddisfazione
Subjects: Scienze sociali
Divisions: Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale > Lavoro sociale
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/1317

Actions (login required)

View Item View Item