Edificio abitativo per tutte le età, Lugano

Musumeci, Luca (2016) Edificio abitativo per tutte le età, Lugano. Bachelor thesis, Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana.

[img] Text
TAV1_200.pdf
Restricted to Repository staff only
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial No Derivatives.

Download (2MB) | Request a copy
[img] Text
TAV2_100.pdf
Restricted to Repository staff only
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial No Derivatives.

Download (409kB) | Request a copy
[img] Text
TAV3_100.pdf
Restricted to Repository staff only
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial No Derivatives.

Download (656kB) | Request a copy
[img] Text
TAV4_100.pdf
Restricted to Repository staff only
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial No Derivatives.

Download (448kB) | Request a copy
[img] Text
TAV5_50.pdf
Restricted to Repository staff only
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial No Derivatives.

Download (1MB) | Request a copy
[img] Text
TAV6_50.pdf
Restricted to Repository staff only
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial No Derivatives.

Download (1MB) | Request a copy
[img] Text
TAV7_20.pdf
Restricted to Repository staff only
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial No Derivatives.

Download (938kB) | Request a copy
[img] Text
TAV8_20.pdf
Restricted to Repository staff only
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial No Derivatives.

Download (1MB) | Request a copy
[img] Text
TAV9_REAL.pdf
Restricted to Repository staff only
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial No Derivatives.

Download (3MB) | Request a copy
[img] Text
TAV10_5.pdf
Restricted to Repository staff only
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial No Derivatives.

Download (1MB) | Request a copy

Abstract

Il tema della tesi è stato la progettazione di uno stabile abitativo intergenerazionale, destinato cioè ad inquilini appartenenti a diverse fasce d'età, con spazi e ambienti comuni, pensati per l'incontro e la condivisione degli utenti. Il progetto tiene in considerazione tutto il mappale come un unico quartiere. L'intervento infatti si va ad insediare in una zona dove, a mio avviso, manca un elemento di chiusura. Partendo dagli edifici dell'architetto Schnebli si va a formare idealmente una linea di chiusura del comparto. La volontà è quella di andare a costituire un quartiere immerso nel verde, infatti nasce quasi come un progetto che si ispira all'architettura organica. Il progetto vuole avere una forte sensibilità dal punto di vista territoriale: l'inserimento rispetta la morfologia del terreno, come gli altri edifici, quindi la volumetria è spezzata per dare una dimensione abitativa adeguata e rispettosa nei confronti del comparto, andando a creare una spazialità di qualità tra il mio edificio e quelli circostanti. Il progetto inoltre cerca di limitare per quanto possibile gli interventi sulle preesistenze e tiene conto dell'esposizione e dell'insolazione. L'edificio si articola in tre volumi. Questi si adattano al terreno sia in planimetria (posizione e dimensione) sia in sezione. Il primo blocco è diverso per dimensione poiché è lì che si concentra la maggior parte del dislivello; gli altri due blocchi dove la pendenza del terreno è più lieve si presentano più allungati. Nel primo blocco è presente ad ogni piano un appartamento monolocale: molto richiesto sia da studenti che da anziani. La tipologia dell'edificio è a ballatoio, il riferimento tipologico è chiaramente sempre stato l'edificio a fianco progettato da Schnebli. I locali di servizio si affacciano sul ballatoio mentre quelli più pregiati sono diretti verso il cuore del quartiere. Formalmente come lo Schnebli, anche le due facciate appena citate prendono forme differenti: quella verso il ballatoio con aperture piccole e di servizio trattati come buchi e il ballatoio è trattato come passaggio, mentre la facciata sud-est presenta aperture più generose e soprattutto ai balconi è applicato un gioco di scorrevoli che fungono da protezione solare e che soprattutto movimentano la facciata dando più calore all'edificio. Al piano terra di ciascun blocco sono presenti attività pubbliche di vario tipo. Un piccolo bar di quartiere e una sala polifunzionale si affacciano sulla piazzetta di quartiere nel primo blocco, mentre all'interno degli altri blocchi sono presenti dei co-working da dedicare a coloro che vivono all'interno del quartiere che volessero lavorare da casa oppure coltivare i propri hobby avendo un piccolo spazio vicino casa affittato a canone agevolato. Questo sottolinea ancora una volta la volontà di avere un quartiere green senza auto. Ai piani superiori sono presenti gli appartamenti di vario taglio e misura, le tipologie variano passando dal monolocale fino al 4.5 per famiglie. Sono presenti anche 2.5 e 3.5. La grande varietà di taglio degli appartamenti incentiva il quartiere intergenerazionale. Sono stati due i punti chiave principali che mi hanno accompagnato durante la progettazione e l'analisi del dettaglio costruttivo: il contesto e l'economicità. I blocchi sono costruiti con una tecnica tradizionale costituita da setti portanti in cotto e, dove necessario per motivi di statica e controventatura, in calcestruzzo armato e solette in beton. A causa di necessità dal punto di vista fonico è prevista una parete doppia che divide i due appartamenti per ogni blocco. Per eventuali modifiche di dimensione dell'appartamento il denaro risparmiato dall'esecuzione delle doppie pareti sarà investito per l'esecuzione di un adeguamento fonico con isolamento e cartongesso. I blocchi presentano una netta divisione in due parti: la fascia dei servizi dove è alloggiata tutta la tecnica e una parte servita collocata a sud-est con una migliore esposizione. La tipologia dell'edifico permette una chiara distribuzione dell'impiantistica. La distribuzione verticale avviene attraverso delle colonne montanti mentre la distribuzione orizzontale avviene a pavimento. Discorso a parte merita anche il tetto dell'edificio che raramente è considerato come facciata, ma mai come in questo caso lo ritengo importante poiché visibile dai percorsi del bosco retrostante. Così la copertura dell'edificio si articola sopra i blocchi ed è costituita da un tetto verde estensivo.

Item Type: Thesis (Bachelor)
Uncontrolled Keywords: ballatoio, calcestruzzo
Subjects: Costruzioni
Divisions: Dipartimento ambiente costruzioni e design > Architettura
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/1310

Actions (login required)

View Item View Item