Separarsi per crescere : alcuni aspetti di cui l’educatore sociale dovrebbe prendersi cura per preservare il momento dell’accoglienza giornaliera all’asilo nido

Giovanniello, Clarissa (2016) Separarsi per crescere : alcuni aspetti di cui l’educatore sociale dovrebbe prendersi cura per preservare il momento dell’accoglienza giornaliera all’asilo nido. Bachelor thesis, Scuola Universitaria Professionale della Svizzera Italiana.

[img]
Preview
Text
Giovanniello_Clarissa.pdf - Published Version
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial.

Download (1MB) | Preview

Abstract

La tematica sviluppata in questo lavoro è frutto dell’interesse personale di voler comprendere la natura e l’essenza di un momento delicato presente in ogni asilo nido: l’accoglienza giornaliera. L’obiettivo del lavoro è stato quello di comprendere cosa avviene durante il momento, rilevando gli aspetti sui quali riflettere per poter cogliere il senso che sta dietro alle azioni svolte e proposte alla coppia genitore – bambino; attraverso la letteratura comprendere poi come potrebbe essere possibile considerare questi punti al fine di migliorarli in un’ottica finalizzata a preservare il benessere di tutti gli attori coinvolti. Per facilitare il percorso al raggiungimento dell’obiettivo sono state formulate delle sotto domande, comprendenti i temi, citati nella letteratura, maggiormente significativi del momento dell’accoglienza. I concetti teorici ai quali si è fatto riferimento sono stati principalmente quelli legati al periodo di ambientamento dei bambini e dei loro genitori presso gli asili nido, in quanto è stato possibili traslarli al momento dell’accoglienza giornaliera. Per la raccolta dati è stata privilegiata l’osservazione: strumento principale dell’educatore che lavora con la prima infanzia, nonché quello che più si prestava per la conoscenza del momento. Prima di iniziare la raccolta dati vera e propria, è stato importante il susseguirsi di una serie di tappe mirate alla realizzazione di osservazioni precise e consapevoli. La scelta di questo strumento ha permesso, attraverso i dati raccolti, di creare in seguito delle tabelle dalle quali, attraverso un’analisi orizzontale, è stato possibile ricavare quegli elementi a cui correlare la teoria. Quel che emerge dalle osservazioni non sempre corrisponde a quanto citato nella teoria, per questo, senza giudizio, sono state formulate delle nuove ipotesi di intervento; in effetti, questo lavoro di tesi intende essere proprio un punto di partenza in quanto risulta essere l’analisi di un momento finalizzata proprio a comprendere come meglio prendersene cura. Va ricordato, che in ambito educativo non esistono delle ricette da seguire, vi sono le teorie e le filosofie d’intervento contenute negli scritti alle quali andrebbe fatto affidamento, non è però sempre possibile, per svariati motivi, attuarle nelle realtà lavorative; per questo, rimane importante interrogarsi rispetto il modo di lavorare al fine di proporre sempre interventi adeguati e finalizzati a preservare il benessere degli utenti con sui si è giornalmente in relazione. Espandendo il tema al lavoro sociale in generale, dal lavoro di tesi emerge l’importanza di possedere un linguaggio comune di intervento, pur mantenendo il proprio stile individuale che differenzia un educatore da un altro, e dona valore ad un’équipe, e l’importanza di interrogarsi costantemente su quanto proposto comprendendo le finalità contenute in ogni intervento educativo.

Item Type: Thesis (Bachelor)
Additional Information: Opzione: Educatore sociale - Luogo di stage: Asilo nido comunale, Mendrisio
Uncontrolled Keywords: asilo nido, accoglienza, finalità, referente, persona di riferimento
Subjects: Scienze sociali
Divisions: Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale > Lavoro sociale
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/1300

Actions (login required)

View Item View Item