La soglia del corpo : il corpo nella bassa soglia

Baudino, Alice (2016) La soglia del corpo : il corpo nella bassa soglia. Bachelor thesis, Scuola Universitaria Professionale della Svizzera Italiana.

[img] Text
Baudino_Alice.pdf - Published Version
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial.

Download (2MB)

Abstract

Il tema approfondito nel lavoro di tesi si ricollega all’esperienza professionale all’interno del Centro di Accoglienza Diurno (CAD) di Ingrado – Servizi per le dipendenze. Il “fil rouge” attorno al quale si è sviluppata la tesi riguarda l’indagine inerente l’efficacia dei servizi offerti dal CAD per la cura di sé (fare la doccia, poter lavare i propri vestiti) approfondendo il vissuto della corporeità nell’esperienza tossicodipendente. L’obbiettivo di tale lavoro concerne l’esplorazione e l’approfondimento di alcune offerte in relazione ai vissuti corporei, cercando di ampliare la consapevolezza inerente una particolare sfera che va a costituire la complessità umana e, infine, indagare il valore che ogni soggetto dona alla cura di sè. Il tema si è sviluppato in rapporto al contesto lavorativo poiché, nel rapporto con la tossicodipendenza, non possono essere tralasciati il coinvolgimento del corpo ed i segni manifesti dell’uso di sostanze su questo. L’intervento educativo nella bassa soglia prende necessariamente in considerazione il soddisfacimento dei bisogni primari e la cura di sè. La dissertazione si basa infatti su alcuni concetti teorici che partono dall’approfondimento della piramide ideata dallo psicologo Abraham Harold Maslow, giungendo all’esplorazione delle dimensioni della corporeità elaborate dal filosofo Edmund Husserl che distingue tra Körper e Leib, per poi approfondire l’offerta concreta del CAD. Soprattutto nella parte conclusiva del lavoro, si fa riferimento ai concetti di salute e cura di sé prendendo spunto da quanto asserito dall’Organizzazione Mondiale della Sanità e dalla Carta di Ottawa. Da un punto di vista metodologico, il lavoro si suddivide sostanzialmente in due parti: la prima maggiormente teorica e la seconda indirizzata alla messa in relazione tra teoria e pratica, riportando le citazioni tratte dalle interviste semi-strutturate effettuate. L’approfondimento del tema ha portato a numerose riflessioni inerenti il complesso mondo della tossicodipendenza e il vissuto della propria corporeità. Le considerazioni interessano il valore di alcune offerte, il ruolo del curante in un centro a bassa soglia, il concetto di benessere e come questo può essere ricollegato all'agire di un’équipe multidisciplinare e, infine, la valenza dei principi che guidano l’operato educativo. Tale lavoro di tesi si situa, a livello professionale, come un invito a non smettere di dar senso alle azioni, ai significati profondi che vi sono attorno ai gesti di cura con una visione olistica dell’essere umano.

Item Type: Thesis (Bachelor)
Additional Information: Opzione: Educatore sociale - Luogo di stage: Ingrado, Centro di accoglienza diurno (CAD)
Uncontrolled Keywords: efficacia, servizi sociali, tossicodipendenze, cura di sé, sostanze, abuso, piramide Maslow, corporeità, Husserl, Carta di Ottawa, Organizzazione Mondiale della Sanità OMS, bassa soglia
Subjects: Scienze sociali
Divisions: Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale > Lavoro sociale
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/1288

Actions (login required)

View Item View Item