L’educazione terapeutica nel post-trapianto di cellule staminali per la prevenzione delle infezioni : il ruolo dell’infermiere

Gionfriddo, Gilda Marika (2016) L’educazione terapeutica nel post-trapianto di cellule staminali per la prevenzione delle infezioni : il ruolo dell’infermiere. Bachelor thesis, Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana (SUPSI).

[img] Text
Gionfriddo Gilda Marika.pdf - Published Version
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial.

Download (1MB)

Abstract

Background I trapianti di cellule staminali implicano un regime di preparazione che provoca neutropenia. La complicanza più comune che può insorgere in seguito al trapianto è l’infezione. Questa può essere prevenuta attraverso una terapia profilattica farmacologica e attraverso degli accorgimenti e uno stile di vita che implicano un’educazione da parte del personale curante. Obiettivi Il seguente lavoro è volto ad evidenziare come si caratterizza l’educazione terapeutica nel periodo post-trapianto di cellule staminali per la prevenzione delle infezioni e quali siano le informazioni che l’infermiere deve dare al paziente e alla sua famiglia. Ha, inoltre, lo scopo di portare a una riflessione sul ruolo infermieristico nell’educazione terapeutica. Metodologia della ricerca Per il raggiungimento degli obiettivi si è scelto di svolgere una revisione della letteratura. Gli articoli scientifici sono stati individuati su due banche dati: PubMed e CINHAL (EBSCO). Le parole chiave utilizzate sono: “Stem cell transplantation”, “Patient education”, “Nursing” e “Infection”. Da quest’ultime sono stati ricavati cinque articoli ritenuti pertinenti in base ai cinque criteri di inclusione formulati prima di procedere alla ricerca. Risultati L’analisi degli articoli scientifici ha evidenziato una forte influenza dell’educazione terapeutica sugli outcomes di cura del paziente. Ha permesso inoltre, di far emergere quali siano le caratteristiche dell’educazione terapeutica e quali siano le informazioni importanti che il paziente e i caregivers devono ricevere per una buona gestione del periodo di neutropenia sia durante l’ospedalizzazione sia nel rientro al domicilio. Sono emerse poche informazioni riguardo il ruolo dell’infermiere in questo ambito. Conclusioni L’infermiere, è responsabile di rendere il paziente e la sua famiglia, sensibili e competenti riguardo alle modalità di prevenzione delle infezioni dopo il trapianto di cellule staminali. È importante che l’educazione terapeutica venga iniziata in modo precoce fin dalla comunicazione della diagnosi e che sia rafforzata ad ogni visita ambulatoriale. Un’adeguata educazione terapeutica può quindi migliorare gli outcomes di cura del paziente, permettendo quindi una migliore gestione del periodo di neutropenia nel rientro a domicilio, in cui il paziente si ritrova solo con la sua famiglia a dover affrontare un periodo più o meno lungo di fragilità.

Item Type: Thesis (Bachelor)
Uncontrolled Keywords: “Stem cell transplantation”, “Patient education”, “Nursing” e “Infection”
Subjects: Sanità
Divisions: Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale > Cure infermieristiche
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/1258

Actions (login required)

View Item View Item