Genitori in lutto perinatale e curanti : dal lavoro di rete al ruolo infermieristico

Gervasoni, Mara (2016) Genitori in lutto perinatale e curanti : dal lavoro di rete al ruolo infermieristico. Bachelor thesis, Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana (SUPSI).

[img] Text
Gervasoni Mara.pdf - Published Version
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial.

Download (788kB)

Abstract

Background: La morte perinatale è un evento che in Europa colpisce circa 5 bambini su 1000 bambini nati vivi. Per definizione questa morte avviene tra le 20 settimane di gestazione e il primo mese dopo la nascita ed assume differenti nomi a dipendenza del periodo in cui essa avviene: morte in utero, nato morto, morte neonatale. Alle nostre latitudini questa situazione viene considerata come lutto a tutti gli effetti soltanto dal 1980 circa, quando un cambiamento culturale legato anche al miglioramento delle condizioni igieniche e vitali, porta ad una maggiore considerazione dei bambini e della gravidanza. Winnicott è il primo a teorizzare il legame materno-fetale già nei mesi iniziali di gravidanza, e considera già quindi instaurarsi in utero un forte grado di attaccamento. Questo attaccamento fa si che i genitori pensino intensamente al loro bambino, si proiettino in una dimensione costituita da loro e dal nascituro, preparandosi così già alla genitorialità, senza immaginare se o che tutto questo possa venire bruscamente interrotto al momento di una diagnosi negativa perinatale. Quest’ultima è fonte di sofferenza emotiva e psicologica grave e, soprattutto se non adeguatamente trattata, può frequentemente sfociare in un lutto complicato o cronicizzato e portare a conseguenze psico-patologiche nei genitori. Anche i professionisti curanti sono soggetti a stress psicologico seguendo questi pazienti, data appunto la loro vicinanza con i genitori assistiti. Possono sentirsi frustrati, indecisi sul da farsi, ed essere in difficoltà per la sofferenza altrui. Obiettivi: Lo scopo di questa tesi è rispondere alla domanda: Quali sono gli interventi infermieristici adeguati per prendersi a carico una coppia di genitori che vive un lutto perinatale? E qual è l’impatto che questo ha sul personale curante? Gli obiettivi prefissati sono: definire quale sia l’impatto che un evento simile ha sulla vita dei genitori e sulla loro salute e quale sia invece l’impatto che questo evento e la relativa assistenza infermieristica ha sul personale curante, per poter definire le competenze infermieristiche sia specifiche che interdisciplinari per far fronte all’assistenza. Metodologia: Ho scelto di utilizzare il metodo dell’indagine qualitativa fenomenologica per raccogliere i dati dalle interviste, in modo da poter individuare e valorizzare il vissuto degli operatori rispetto a queste situazioni. Ho intervistato cinque professionisti in questo settore, due levatrici, una pedagogista, una psicoterapeuta ex supervisore del reparto maternità e uno psichiatra supervisore delle levatrici. Purtroppo l’intervista con un/una ginecologo/a non è stata possibile. Ho analizzato le interviste estrapolando i temi principali, raggruppandoli secondo i temi trasversali a tutti gli elementi particolarmente critici che ho individuato. Risultati e Conclusioni: Dalla letteratura è emerso che il lutto perinatale ha un carico emotivo molto pesante per i genitori. Se non adeguatamente sostenuti e seguiti i genitori possono non elaborare il lutto, e questo può portare a gravi conseguenze sulla salute e il benessere dei genitori. Per quello che riguarda i curanti, dalle interviste risulta che anche per loro è emotivamente difficile stare in una relazione terapeutica con questi genitori, che frequentemente i vissuti e le emozioni dei professionisti sono in simmetria con quelli dei pazienti, nonostante si mettano in atto dei meccanismi difensivi per proteggersi. Altri dati importanti che sono venuti alla luce attraverso l’indagine fenomenologica sui curanti sono il bisogno di formazione, di confronto e sostegno tra colleghi, e l’importanza del lavoro di rete interdisciplinare. A tal proposito si rivela fondamentale il ruolo di membro d’equipe, di apprendente-insegnante, di manager e di esperto in cure infermieristiche. Tutte le competenze che derivano da questi ruoli, uniti ad un lavoro d’equipe con altri professionisti comportano un buon lavoro di assistenza al lutto perinatale.

Item Type: Thesis (Bachelor)
Uncontrolled Keywords: Morte neonatale, morte perinatale, morte intrauterina, nascita, assistenza alla famiglia e ai genitori, lutto
Subjects: Sanità
Divisions: Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale > Cure infermieristiche
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/1257

Actions (login required)

View Item View Item