I trust e le conseguenze fiscali dell’adozione della “Direttiva 2011/16/UE relativa alla cooperazione amministrativa nel settore fiscale”

Leonardi, Simone (2011) I trust e le conseguenze fiscali dell’adozione della “Direttiva 2011/16/UE relativa alla cooperazione amministrativa nel settore fiscale”. Bachelor thesis, Scuola Universitaria Professionale della Svizzera Italiana.

Full text not available from this repository.

Abstract

Il trust consiste in un rapporto giuridico mediante il quale una persona trasferisce dei beni o dei diritti in capo ad un altro soggetto, il quale si occupa dell’amministrazione di tali beni nell’interesse di uno o più beneficiari o per uno scopo prestabilito. Questo strumento giuridico, particolarmente flessibile e versatile, è molto diffuso all’interno delle nazioni anglosassoni. La sua diffusione in tutta Europa è storia recente, grazie alla stesura nel 1985 della Dichiarazione dell’Aja atta a definire alcuni tratti distintivi del trust e favorirne il riconoscimento. Il 15 febbraio 2011 il Consiglio dell’Unione Europea ha emanato una Direttiva relativa alla cooperazione amministrativa nel settore fiscale, che se adottata integralmente comporterà l’instaurazione di una prassi di scambio automatico e obbligatorio di informazioni all’interno dell’UE, scombussolando il settore finanziario e provocando numerosi cambiamenti. Quali conseguenze fiscali sono prevedibili, segnatamente all’utilizzo del trust, all’interno dell’UE? E tra Svizzera e Italia? Scopo del lavoro è, inizialmente, analizzare tramite la numerosa dottrina in materia l’attuale contesto impositivo del trust in Svizzera e in Italia, identificandone le differenze. In seguito, dopo un’attenta analisi della Direttiva 2011/16/UE, si ipotizzano i cambiamenti che avverranno nel trattamento fiscale tra Italia e UE e tra Svizzera e UE, prevedendo inoltre in che direzione andrà l’utilizzo del trust. La metodologia adottata è basata prevalentemente sulla ricerca documentaria, completando il quadro della situazione con precise interviste non strutturate a specialisti operanti sulla piazza finanziaria ticinese. Le conclusioni raggiunte non hanno pretese di essere esaustive ma lasciano spazio ad ulteriori approfondimenti specifici, posto che indicazioni sulla bontà o meno delle ipotesi formulate e dell’evoluzione dei rapporti tra Svizzera e Unione Europea si avranno solo a partire dall’effettiva entrata in vigore della Direttiva nel 2015.

Item Type: Thesis (Bachelor)
Supervisors: Angelucci, Pierpaolo
Additional Information: PDF non disponibile. Segnatura 2011.B.12.B
Uncontrolled Keywords: trust, fisco, direttiva 2011/16/UE, principi di tassazione
Subjects: Economia
Divisions: Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale > Economia e Diritto
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/1204

Actions (login required)

View Item View Item