L’impatto sull'economia dei Comuni svizzeri in seguito alla regolamentazione del mercato delle residenze secondarie : analisi empirica del contesto precedente l’iniziativa popolare “Basta con la costruzione sfrenata di residenze secondarie!”

Canova, Lucio (2012) L’impatto sull'economia dei Comuni svizzeri in seguito alla regolamentazione del mercato delle residenze secondarie : analisi empirica del contesto precedente l’iniziativa popolare “Basta con la costruzione sfrenata di residenze secondarie!”. Bachelor thesis, Scuola Universitaria Professionale della Svizzera Italiana.

Full text not available from this repository.

Abstract

L’obiettivo di questa tesi è dimostrare che l’introduzione di misure che limitano il mercato immobiliare, delle residenze secondarie, ha un forte impatto sull’economia. In particolare su indicatori economici, come: la popolazione, gli investimenti, la disoccupazione, gli alloggi, gli stabilimenti e il turismo. Per formulare un’ipotesi su questo impatto, si è creata una banca dati composta da Comuni che rispondono a due criteri, quali: il prezzo del terreno al metro quadrato più alto in Svizzera e l’appartenenza a quelli più turistici della nazione. I dati, raccolti dall’Ufficio federale di statistica, permettono di analizzare il contesto precedente l’iniziativa popolare federale “Basta con la costruzione sfrenata di abitazioni secondarie!”. Le residenze secondarie sono da parecchi anni al centro della discussione dei Dipartimenti del territorio di tutti i Cantoni. Per questo motivo esistono dati empirici concernenti il contesto in seguito all’applicazione di regolamentazioni di questo mercato. Le misure che possono essere utilizzate sono descritte e commentate tenendo in considerazione tre obiettivi, quali: il rafforzamento dell’economia del turismo, la gestione del mercato delle residenze secondarie e l’aumento dell’offerta di abitazioni primarie. L’iniziativa popolare federale “Basta con la costruzione sfrenata di abitazioni secondarie!” è stata approvata l’11 marzo 2012. Essa comporta l’introduzione di una quota massima del 20% di residenze secondarie rispetto al totale delle residenze. Questa misura è discussa tenendo in considerazione diversi punti di vista, tra questi, quelli degli attori maggiormente coinvolti in seguito alla sua approvazione. La situazione attesa in seguito all’entrata in vigore dell’Ordinanza sulle abitazioni secondarie, il 1° gennaio 2012, è pessima. Formulare questa ipotesi è stato possibile con l’ausilio delle basi empiriche, del campione di Comuni, e soprattutto con l’analisi dei dati.

Item Type: Thesis (Bachelor)
Supervisors: Lunati, Diego and Moretti, Ronnie
Additional Information: PDF non disponibile. Tesi d'archivio. Segnatura 2012.B.2.A
Uncontrolled Keywords: mercato immobiliare, iniziativa popolare, residenza secondaria, SSIC
Subjects: Economia
Divisions: Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale > Economia e Diritto
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/1164

Actions (login required)

View Item View Item