High Frequency Trading : confronto tra opportunità e rischi e studio della posizione delle autorità di vigilanza

Voneschen, Loris (2014) High Frequency Trading : confronto tra opportunità e rischi e studio della posizione delle autorità di vigilanza. Bachelor thesis, Scuola Universitaria Professionale della Svizzera Italiana.

Full text not available from this repository.

Abstract

Il trading ad alta frequenza è un fenomeno che si è sviluppato dalla lunga storia del trading ed è un passo evolutivo del trading elettronico e più precisamente del trading algoritmico. Alcune tra le sue peculiarità sono la velocità con la quale vengono analizzati ed elaborati i dati, prese le decisioni ed inviati gli ordini. I trader ad alta frequenza operano soltanto durante il giorno e finiscono sempre le loro giornate senza alcuna posizione finanziaria aperta. Si è iniziato a parlare di trading ad alta frequenza in seguito al 6 maggio 2010, giorno del cosiddetto flash crash, ovvero dell’improvviso crollo del Dow Jones con la sua relativa immediata ripresa. Questo avvenimento ha dato il via a diversi dibattiti e discussioni in materia. Il problema principale è che sulla maggior parte delle tematiche e preoccupazioni non esistono ancora degli studi accademici e di conseguenza neanche delle prove empiriche per poter affermare se gli effetti del trading ad alta frequenza sono positivi o negativi. Esistono diverse strategie che vengono applicate e che possono influenzare la qualità del mercato. I trader ad alta frequenza di per sé presentano più punti positivi che negativi. Alcuni tra i punti positivi che portano al miglioramento del funzionamento e della qualità dei mercati sono l’aumento della liquidità, la diminuzione dei differenziali tra domanda ed offerta, la riduzione dei costi per le transazioni, l’aumento dell’efficienza dei mercati ed in certi casi addirittura la diminuzione della volatilità. Chiaramente esistono anche diversi rischi legati a questo fenomeno come per esempio l’asimmetria informativa, la selezione avversa, il front running, la liquidità ombra ed i flash crashes. Alcuni di questi rischi possono essere causati da errori tecnici o umani mentre altri sono generati intenzionalmente e possono avere delle conseguenze fatali per i mercati e per gli altri attori che vi operano. Onde evitare le attività illegali sono stati creati diversi comitati tra le diverse autorità di vigilanza e di regolamentazione, i quali hanno già introdotto delle norme in alcuni ambiti mentre in altri stanno cercando di trovare delle soluzioni alle diverse domande ancora aperte.

Item Type: Thesis (Bachelor)
Supervisors: Cavadini, Fabiano and Butti, Alessandro
Additional Information: PDF non disponibile. Tesi d'archivio. Segnatura 2014.B.20.A
Uncontrolled Keywords: trading ad alta frequenza, trading algoritmico, vigilanza
Subjects: Economia
Divisions: Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale > Economia e Diritto
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/1059

Actions (login required)

View Item View Item