Il consumismo nella società moderna : effetti e conseguenze sulla felicità

Ambrosio, Francesca (2014) Il consumismo nella società moderna : effetti e conseguenze sulla felicità. Bachelor thesis, Scuola Universitaria Professionale della Svizzera Italiana.

Full text not available from this repository.

Abstract

Il consumismo è un fenomeno che ha caratteristiche economiche e sociali e coinvolge la maggior parte dei paesi industrializzati. Tale fenomeno impronta il suo funzionamento sul processo di acquisti sfrenati di beni di consumo, sul possesso di oggetti e sul consumo di beni materiali, identificando in essi fonte di felicità. Sono le stesse società moderne che guidano il consumo, portando all’ostentazione dello status sociale, alla soddisfazione di bisogni di appartenenza, al possesso e all’emulazione. Questo processo è facilitato dalle eccellenti e potenti tecniche pubblicitarie che fanno apparire reali bisogni che, invece, sono solo fittizi. I consumatori sono costantemente incantati da un mondo che determina la convinzione che con il maggior possesso di beni si possa ambire e raggiungere la meta della felicità. Ed è proprio la felicità ad essere uno dei nuovi temi al centro dell’attenzione nelle scienze economiche e sociali: grandi studiosi stanno sconvolgendo radicalmente il tradizionale assunto che l’aumento di reddito sia l’unica base per assicurare un progressivo aumento della felicità. Il nuovo concetto che avere più reddito non rende più felici, ha spinto numerosi esperti in materia ad approfondire gli studi sul tema della felicità. Grazie a numerose ricerche di fonti bibliografiche, più precisamente libri/volumi di esperti, studi scientifici, rapporti universitari, articoli specializzati e video-conferenze, si è potuto procedere alla raccolta e all’analisi di tutto il materiale necessario per poter esporre le teorie, i modelli e le relative riflessioni. I principali risultati evidenziano che possedere più ricchezza e più beni non porta alla reale felicità; grazie anche a dati oggettivi rappresentati graficamente, mostrano come in alcune realtà sociali un aumento di reddito non porta a un aumento proporzionale della felicità. Il possesso di cose e l’acquisto indiscriminato di beni di consumo costituiscono solo apparentemente una soddisfazione dei desideri, poiché portano con sé effetti di noia e frustrazione. I potenti mezzi pubblicitari sono il fulcro di questo sistema: fanno in modo che ogni oggetto possa essere l’unica soluzione per appagare le necessità e per elevare gli stati sociali, vendendoli sotto mentite spoglie. Ed è proprio da queste conseguenze che sono stati sviluppati nuove teorie e modelli per sconvolgere radicalmente questo sistema economico fondato esclusivamente sul profitto e sulla competizione, portando l’attenzione degli studiosi su temi come l’economia della felicità, la decrescita felice, il consumo collaborativo, ecc. Modelli basati su valori accantonati e trascurati dalle principali società occidentali, come i beni relazionali, la cura dell’ambiente, gli investimenti nella cultura, la solidarietà e la condivisione.

Item Type: Thesis (Bachelor)
Supervisors: Mirante, Amalia and Baranzini, Mauro
Additional Information: PDF non disponibile. Segnatura 2014.B.21.B
Uncontrolled Keywords: Consumismo, Felicità, Mezzi pubblicitari
Subjects: Economia
Divisions: Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale > Economia e Diritto
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/1022

Actions (login required)

View Item View Item